Smart working emergenziale: proroga fino al 30 giugno

person using macbook pro on table

Smart working emergenziale: proroga fino al 30 giugno

Il Governo, nella seduta del Consiglio dei Ministri del 17 marzo, ha varato un nuovo decreto legge recante “Misure urgenti per il superamento delle misure di contrasto alla diffusione dell’epidemia da Covid 19 in conseguenza della cessazione dello stato di emergenza”.

Occorre premettere che la normativa è di recentissima emanazione e quindi necessita di una serie di approfondimenti e chiarimenti interpretativi.

In particolare la bozza di decreto legge proroga, al 30 giugno 2022, la possibilità di ricorrere al lavoro agile nel comparto privato senza la necessità di sottoscrizione di un accordo individuale tra datore e lavoratore, e quindi beneficiando ancora di un regime semplificato. Inoltre protrae, al 30 giugno, anche i termini di svolgimento del lavoro agile per i lavoratori fragili secondo le modalità indicate dal decreto.

La tematica dello Smart Working è di grandissima attenzione per le OO.SS.; abbiamo chiesto all’azienda un incontro urgente per approfondire le novità normative introdotte dal nuovo decreto e le conseguenti disposizioni aziendali in tema di smart working.

Abbiamo inoltre la necessità di approfondire con l’azienda anche la tematica del telelavoro in riferimento alle numerose segnalazioni pervenuteci dalle/i colleghe/i riguardanti problematiche e criticità relative sia alle nuove richieste sia ai rinnovi.

Abbiamo ribadito che è nostra intenzione aprire un tavolo di confronto per addivenire ad un accordo post emergenza covid sullo smart working.

Milano, 23 marzo 2022
Segreterie di Coordinamento del Gruppo UniCredit

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su whatsapp
Torna su
Ho bisogno di informazioni relative a: Smart working emergenziale: proroga fino al 30 giugno

Login