Alcune novità recepite dalla conversione del decreto rilancio in legge

Alcune novità recepite dalla conversione del decreto rilancio in legge

Il 16 luglio è stata approvata al Senato la conversione in Legge del D.L. n. 34/2020. Il testo definitivo contiene alcune novità rispetto al precedente. L’entrata in vigore avverrà a breve, non appena sarà pubblicato nella Gazzetta Ufficiale.
 CONGEDO PARENTALE COVID RETRIBUITO AL 50%
Prorogati al 31 Agosto la fruizione dei 30 giorni del congedo parentale Covid retribuito al 50% per i figli di età non superiore ai dodici anni. I periodi di congedo dovranno essere utilizzati in maniera alternata da entrambi i genitori lavoratori conviventi; di tali periodi si può usufruire in forma giornaliera oppure oraria, fatti salvi i periodi di congedo già utilizzati alla data di entrata in vigore della legge di conversione del presente decreto.
Segnaliamo inoltre che, con la circolare 81 dell’ 8/07/2020 l’INPS – contrariamente alle precedenti indicazioni – ha stabilito i seguenti casi di compatibilità/incompatibilità con il bonus baby-sitting:

in assenza di qualsiasi domanda di bonus presentata da uno dei due genitori è possibile fruire di un massimo di 30 giorni di congedo COVID-19;

in presenza di una o più domande di bonus baby-sitting per un importo pari o inferiore a 600 euro, presentate da uno o da entrambi i genitori, è possibile fruire di un massimo 15 giorni di congedo COVID-19;

in presenza di una o più domande di bonus baby-sitting per un importo superiore a 600 euro, presentate da uno o da entrambi i genitori, non è possibile fruire di congedo COVID-19.
Pertanto, sulla base di quanto sopra esposto, nel caso in cui all’interessato sia stata respinta la domanda di congedo COVID-19, presentata in data antecedente alla data di pubblicazione della presente circolare, il medesimo può chiedere il riesame di tale domanda oppure presentare nuova domanda di congedo COVID-19 per lo stesso o altro periodo.

“BONUS” VACANZE
Per il periodo d’imposta 2020 è riconosciuto un credito in favore dei nuclei familiari con Isee non superiore a 40 mila euro ed è utilizzabile dal 1° luglio al 31 dicembre 2020 per il pagamento di servizi offerti in ambito nazionale dalle imprese turistico ricettive, nonché dagli agriturismo e dai bed &breakfast.
Il credito è utilizzabile da un solo componente per nucleo familiare ed è attribuito nella misura massima di 500 euro per ogni nucleo familiare. La misura del credito è di 300 euro per i nuclei familiari composti da due persone e di 150 euro per quelli composti da una sola persona.
Il credito è riconosciuto alle seguenti condizioni:
a) le spese devono essere sostenute in un’unica soluzione in relazione ai servizi resi da una singola impresa turistico ricettiva, da un singolo agriturismo o da un singolo bed & breakfast;
b) il totale del corrispettivo deve essere documentato da fattura elettronica o documento commerciale nel quale è indicato il codice fiscale del soggetto che intende fruire del credito;
c) il pagamento del servizio deve essere corrisposto senza l’ausilio, l’intervento o l’intermediazione di soggetti che gestiscono piattaforme o portali telematici diversi da agenzie di viaggio e tour operator.
Il credito è fruibile esclusivamente nella misura dell’80%, d’intesa con il fornitore presso il quale i servizi sono fruiti, sotto forma di sconto sul corrispettivo dovuto e per il 20% in forma di detrazione di imposta in sede di dichiarazione dei redditi da parte dell’avente diritto.
Per richiederlo necessario scaricare la app gratuita della Pubblica amministrazione Io (io.italia.it), e la richiesta va fatta dal 1 luglio 2020 al 31 dicembre 2020. Per poterla usare serve la Spid, l’identità digitale o la carta di identità elettronica ed è necessario avere un ISEE valido.
Qui il link con le specifiche https://io.italia.it/bonus-vacanze/

CONTRIBUTO PER LE LEZIONI DI MUSICA
Per l’anno 2020, ai nuclei familiari con indicatore della situazione economica non superiore a 30.000 euro è riconosciuto un contributo fino a 200 euro per le spese sostenute per la frequenza delle lezioni di musica dei figli con un’età inferiore ai 16 anni, già iscritti alla data del 23 febbraio 2020 a scuole di musica. Il contributo è valido anche per la frequenza di cori, bande e scuole di musica riconosciuti da una pubblica amministrazione. Il contributo può essere richiesto per una sola volta da ciascun nucleo familiare ed è riconosciuto a condizione che la spesa sia sostenuta con versamento bancario o postale.

SUPERBONUS
La detrazione al 110% per gli interventi che rendano gli edifici più efficienti dal punto di vista energetico e più sicuri in caso di terremoti è stata estesa anche a immobili del Terzo settore e alle seconde case, ad esclusione delle abitazioni di lusso, delle ville e dei castelli.
Potranno invece usufruirne i proprietari delle villette a schiera.
Per l’efficientamento energetico sono stati rivisti al ribasso i tetti di spesa detraibile, che variano in base al tipo di abitazione.
Resta la possibilità di eseguire gli interventi senza mettere mano al portafogli, cedendo il superbonus alle imprese che eseguono i lavori o ad un istituto finanziario.

ECOBONUS AUTO E MOTO
Incentivi fino a 3.500 euro per chi acquista un’auto Euro 6 (categoria che comprende anche vetture a benzina e gasolio) e rottama un mezzo vecchio almeno di 10 anni. L’incentivo si dimezza senza rottamazione. Il bonus vale fino al 31 dicembre 2020 per auto con prezzi fino a 40 mila euro.
Auto green: l’incentivo arriva a 10 mila euro per le elettriche e a 6.500 per le ibride.
Per moto e motorini elettrici o ibridi l’ecobonus nel 2020 sale fino a 4 mila euro in caso di rottamazione di un vecchio dueruote. Incentivo anche senza rottamazione, ma fino a 3 mila euro.

21 luglio 2020
La Segreteria di Gruppo

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su whatsapp
Torna su
Ho bisogno di informazioni relative a: Alcune novità recepite dalla conversione del decreto rilancio in legge

Login