Cessione Credito su pegno: continua la trattativa – prorogata la scadenza della procedura al 12 giugno

Cessione Credito su pegno: continua la trattativa – prorogata la scadenza della procedura al 12 giugno

Si è svolto a Milano nella giornata del 31 maggio il quinto incontro con l’azienda in tema di cessione del Pegno. Presenti, ancora una volta, i rappresentanti di Dorotheum.

Posizione Aziendale

Unicredit, in premessa, precisa che la New-Co che si formerà “Custodia valore – Credito su Pegno s.r.l.” sarà solida, perché le assunzioni già effettuate sono nell’ottica di supportare e rafforzare i piccoli sportelli della nuova società. Inoltre, per non causare ulteriori disagi alla clientela, sarà legata per 5 anni ad Unicredit da un contratto di collaborazione per garantire “la circolarità”, cioè la possibilità per i clienti di rinnovare le polizze di pegno sfruttando la nostra rete di agenzie. L’azienda peraltro afferma, con cauto ottimismo, che la New-Co, fra una decina di giorni, dovrebbe ottenere dalla Banca di Italia le autorizzazioni necessarie, in modo tale che dal primo luglio possa esserci il passaggio societario.

L’azienda, a fronte della disponibilità all’adozione del CCNL del Credito e all’iscrizione all’ABI della nuova società, ha ribadito di voler applicare per i neo assunti il Contratto Complementare e ha insistito sulla necessità di avere una maggiore mobilità di alcune figure professionali. Si tratta di due richieste che non abbiamo esitato a definire “pesanti”.

Il Premio Aziendale 2018 verrà erogato con una percentuale del 50 per cento relativamente al primo semestre e per il secondo semestre si ricercheranno opportune intese sindacali.

Oltre l’ambito normativo di quanto disposto dall’articolo 2112 Cod Civ., si confermano, qualora si arrivi ad un accordo complessivo, nelle forme previste attualmente in Unicredit :

– il buono pasto;
– secondo le vigenti prescrizioni legislative, il fondo pensionistico complementare;
– l’iscrizione alla Cassa Sanitaria ” Unica “ sino al 31 dicembre 2019;
– sino al 31 dicembre 2018 la copertura Kasko; mentre per la copertura assicurativa infortuni la NewCo garantirà coperture assicurative analoghe;
– la gestione del part –time;
– il Conto Welfare.

Le ferie maturate e non godute potranno essere, su richiesta del lavoratore, monetizzate e lo stesso dicasi del TFR.
Le condizioni creditizie agevolate rimarranno sino a giugno 2023, mentre i mutui seguiranno la loro naturale cadenza temporale.

Le adesioni al prepensionamento sono confermate e seguiranno il loro naturale percorso, all’interno dei Piani di Esodo sino ad oggi siglati.

Unicredit garantirà per 3 anni la eventuale riassunzione nel gruppo, alle medesime condizioni normative/inquadramentali in atto alla cessione, nei casi disciplinati nell’articolato sulle garanzie occupazionali.

La new.co. convocherà successivamente le OO.SS. interne per le nuove articolazioni di orario e le aste, il sabato, nelle piazze di Roma, Milano, Palermo e Catania.

Posizione Sindacale

Le OO.SS hanno ribadito, argomentando nel dettaglio, come sia ineludibile e non superabile l’ambito di applicazione del C.C.N.L. Abi per tutti i lavoratori interessati ora all’operazione ed anche per le nuove assunzioni, superando di fatto l’applicazione del contratto complementare, ancora presente nella proposta aziendale.

In tema di garanzie occupazionali i 3 anni proposti da UniCredit non sono né sufficienti, né coerenti con gli impianti di analoghi accordi raggiunti in precedenza; la nostra richiesta contiene un articolato percorso di anni 5 + anni 3, anche per le delocalizzazioni e le eventuali dismissioni/cessioni di ramo da parte della nuova azienda.

Il rispetto del dettato contrattuale nazionale, anche sopra richiamato, esercita il suo perimetro anche per quanto concerne l’istituto della mobilità ed i relativi limiti ivi statuiti.

Abbiamo richiesto che ai lavoratori, ora assunti a tempo determinato, venga assicurata la conferma alla scadenza contrattuale.

Si è altresì ribadito, per quanto riguarda le condizioni creditizie, che le stesse siano assicurate senza limitazioni temporali.
Particolare attenzione deve essere, in continuità, prestata al tema della conciliazione tempi vita/lavoro.

La delegazione aziendale, dopo essersi ritirata per l’elaborazione di una risposta, ha individuato, col chiaro intento di addivenire ad una positiva chiusura della procedura di confronto, la prosecuzione della trattativa nelle date del 11 e 12 giugno p.v..

Vi terremo tempestivamente informati.

Milano, 31 maggio 2018

Segreterie di Coordinamento
Fabi – First Cisl – Fisac Cgil – Uilca – UniSin
Gruppo UniCredit

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su whatsapp
Torna su
Ho bisogno di informazioni relative a: Cessione Credito su pegno: continua la trattativa – prorogata la scadenza della procedura al 12 giugno

Login