Inquadramenti, iniziato il percorso

Inquadramenti, iniziato il percorso

È iniziato in data 23 e 24 maggio il confronto tra Segreterie di Coordinamento delle OO.SS. ed azienda sul tema inquadramenti.

Questi gli argomenti oggetto della discussione delle due giornate:

– Percorsi per le nuove figure professionali introdotte dopo l’accordo del 4 febbraio 2017 e specifico focus su Unidirect (in coerenza con l’accordo del 18 aprile u.s)
– Questioni interpretative riferite all’accordo 4 febbraio 2017
– Insediamento della Commissione tecnica Inquadramenti prevista dell’art. 6 dell’accordo 4 febbraio 2017
– Incontro annuale di verifica (art. 7 accordo 4 febbraio 2017).

Per quanto riguarda gli effetti ad oggi dell’applicazione dell’accordo sugli inquadramenti, l’azienda ha dichiarato che la procedura informatica sta funzionando bene, grazie anche al periodo di attesa iniziale che ha consentito una migliore messa a punto dell’applicativo.

L’accordo ha prodotto fino ad ora effetti su 3.106 colleghi/e (1.457 con assegnazione del TER, la rimanente parte con aumento del livello di inquadramento), in particolare 1.557 direttori di filiale, 753 consulenti personal, 224 consulenti first, 144 consulenti business first.

Da parte sindacale è stato richiesto un approfondimento dei dati – sia da un punto di vista territoriale sia in relazione all’impatto sul singolo ruolo rispetto al totale degli addetti – che l’azienda si è dichiarata disponibile a fornire a breve.

Rispetto alle nuove figure da normare, il confronto ha riguardato l’individuazione dei ruoli e l’analisi dei possibili percorsi con l’obiettivo di ricercare soluzioni, coerenti con l’impianto generale dell’accordo condiviso nel 2017, che consentano di valorizzare adeguatamente la professionalità e le competenze di colleghi e colleghe. In particolare per Unidirect, le OO.SS. hanno sottolineato come una valorizzazione professionale adeguata ed in linea con quanto già esistente nella rete possa incidere positivamente sul clima lavorativo e creare percorsi interni a UCD che valorizzino le professionalità.

Al termine delle due giornate, pur in presenza di alcuni elementi condivisi, le posizioni tra OO.SS. ed azienda permangono distanti su aspetti di particolare rilievo che necessiteranno di ulteriori attenti approfondimenti.

Nel corso dell’incontro l’azienda ha fornito anche i dati consuntivi relativi al sistema premiante ed alle valutazioni professionali 2017. In estrema sintesi ha dichiarato che:

Sistema premiante:

=> sono rimasti invariati i principi fondanti (sostenibilità rispetto ai risultati di business, meritocrazia e selettività, disciplina e presidio compliance, quest’ultima declinata con i target di compliance e il flag di conformità contenuto nelle schede di valutazione)=> è aumentato del 36% il montante complessivamente pagato sulla tutta la rete italiana per contest, sistema premiante e bonus pool (oltre 41 milioni nella rete, 3 milioni nelle strutture centrali, 1,6 milioni nelle società prodotto);
=> Best Retail e Corporate costituiscono una parte preponderante con un montante totale di oltre 20 milioni di euro (+ 117% rispetto 2016);
=> Best è legato ad un sistema “deterministico” (centralmente viene assegnato alla struttura e il manager successivamente distribuisce ai singoli addetti);
=> Risorse premiate: in media 55% del totale (54% Retail, 51% Corporate, 79% Private)
=> Nel 2017 sono stati premiati più personal e consulenti rispetto al 2016 (61% dei personal rispetto al 45% del 2016; 27% dei consulenti rispetto al 10% del 2016) ma con importi inferiori; in aumento anche il numero dei direttori di filiale premiati (82% nel 2017 rispetto al 76% del 2016) e i consulenti first (86% nel 2017, 73% nel 2016); in calo i consulenti business first (71% con un calo del 14% rispetto al 2016),

valutazioni professionali 2017:
=> Obiettivi non raggiunti: circa 0% del personale
=> Obiettivi quasi raggiunti: 10% del personale
=> Obiettivi raggiunti: 66% del personale (68% nel 2016)
=> Obiettivi superati: 23% del personale (22% nel 2016)
=> Obiettivi ampiamente superati: 1% del personale
=> Ricorsi: 83, in flessione rispetto ai 143 del 2016

Il confronto sul tema inquadramenti riprenderà nella seconda quindicina di giugno. Vi terremo tempestivamente aggiornati sugli sviluppi.

Milano, 24 maggio 2018
Segreterie di Coordinamento Unicredit Spa
Fabi First/Cisl Fisac/Cgil Uilca Unisin

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su whatsapp
Torna su
Ho bisogno di informazioni relative a: Inquadramenti, iniziato il percorso

Login