Piano esodi volontari mese di maggio 2017

Piano esodi volontari mese di maggio 2017

Per tutto il mese di maggio 2017 ogni potenziale «avente diritto» potrà decidere se aderire al piano di esodi stabilito dall’Accordo 4.02.2017, utilizzando l’apposito l’applicativo sul Portale di Gruppo

Riteniamo importante segnalare a tutti gli Iscritti e le Iscritte che, da oggi e fino a mercoledì 31 maggio 2017, sarà possibile – per ciascun interessato/a avente le caratteristiche richieste – aderire al piano d’esodo incentivato stabilito dall’Accordo 4 febbraio 2017 sulle ricadute del Piano di Trasformazione 2019 del Gruppo UniCredit – perimetro Italia.

I Lavoratori/Lavoratrici che, nel corso del corrente mese di maggio, potranno aderire volontariamente al «piano d’esodo incentivato» sono i seguenti:

–> Colleghi e Colleghe che, maturando il primo requisito pensionistico con finestra compresa fra il 1° gennaio 2022 ed il 1° dicembre 2023, intendono “accedere alla Sezione Straordinaria del Fondo di Solidarietà di settore per un periodo di 54 mesi”, con prima uscita possibile il 1° dicembre 2017 (ovviamente, nel caso in cui i 54 mesi precedenti la maturazione del requisito pensionistico vengano a collocarsi in data antecedente al 1° dicembre 2017, la permanenza nel Fondo di Solidarietà dell’interessato/a sarà proporzionalmente ridotta dello stesso numero di mesi);

–> Colleghi e Colleghe non aderenti al piano d’esodi del 2016 o precedenti che, maturando il primo requisito pensionistico con finestra compresa fra il 1° febbraio 2019 ed il 1° gennaio 2020, intendono “accedere al pensionamento diretto” alla data di maturazione di tale requisito pensionistico oppure intendono “accedere alla Sezione Straordinaria del Fondo di Solidarietà di settore”, con uscita prevista il 1° dicembre 2017 o, in alternativa, il 1° giugno 2018;

–> Colleghi e Colleghe non aderenti al piano d’esodi del 2016 o precedenti che, maturando il primo requisito pensionistico con finestra compresa fra il 1° febbraio 2020 ed il 1° dicembre 2021, intendono “accedere alla Sezione Straordinaria del Fondo di Solidarietà di settore”, con unica uscita possibile il 1° giugno 2018;

–> Colleghi e Colleghe già aderenti al precedente piano d’esodi del 2016 (con accesso alla Sezione Straordinaria del Fondo di Solidarietà di settore per la durata di 36 mesi) e maturanti il primo requisito pensionistico con finestra compresa fra il 1° gennaio 2021 ed il 1° giugno 2021, che – sulla base della propria uscita originaria prevista – intendono “anticipare ulteriormente, fino ad un massimo di sei mesi, l’accesso alla Sezione Straordinaria del Fondo di Solidarietà di settore al 1° dicembre 2017;

–> Colleghi e Colleghe già aderenti al precedente piano d’esodi del 2016 ma temporaneamente “sospesi” (cioè quelli/lle maturanti il primo requisito pensionistico con finestra compresa fra il 1° luglio 2021 ed il 1° dicembre 2021, a cui non era stata data conferma di accettazione della richiesta di adesione): assodata, per tali Colleghi/ghe, la conferma di accettazione della precedente adesione al piano d’esodi del 2016 con accesso alla Sezione Straordinaria del Fondo di Solidarietà di settore per la durata di 36 mesi, gli stessi/e – se intendono farlo – potranno richiedere di anticipare ulteriormente l’uscita al 1° giugno 2018.

Per aderire correttamente al piano d’esodo incentivato, ciascun interessato/a dovrà formalizzare la propria adesione utilizzando l’apposito applicativo reso disponibile sul Portale di Gruppo. Il relativo modulo di adesione dovrà poi essere stampato, sottoscritto e consegnato al proprio H.R. Business Partner.

Ricordiamo che con l’Accordo 4 febbraio 2017 le Parti hanno inteso realizzare la risoluzione consensuale di 3.900 rapporti di lavoro F.T.E. (corrispondenti al numero degli esuberi che scaturiscono dal Piano di Trasformazione 2019 del Gruppo UniCredit).

Nel caso in cui, a seguito della verifica delle domande pervenute – prevista nel mese di giugno – le richieste di adesione al piano d’esodi (per pensionamento, accesso al Fondo di Solidarietà di settore o altro) dovessero superare il numero degli esuberi, il criterio di accettazione delle domande di adesione alla Sezione Straordinaria del Fondo di Solidarietà di settore avverrà dando priorità ai Colleghi/ghe con maggior prossimità alla decorrenza della pensione (a parità di requisito di accesso alla pensione, varrà la maggiore anzianità di servizio nel Gruppo).

Diversamente, nel caso in cui dalla prevista verifica emergesse un numero di richieste pervenute inferiore a quello degli esuberi, si procederà con l’apertura di un’ulteriore fase di adesioni al piano d’esodo incentivato, rivolgendosi anche ai Colleghi/ghe che, maturando il primo requisito pensionistico con finestra compresa fra il 1° gennaio 2024 ed il 1° giugno 2024, intendano “accedere alla Sezione Straordinaria del Fondo di Solidarietà di settore per un periodo di 54 mesi”.

Come noto, dall’apposito applicativo presente sul Portale di Gruppo, gli interessati/e, oltre a poter formalizzare l’eventuale adesione al piano d’esodo incentivato, avranno anche la possibilità di verificare:

■ la propria data di pensionamento;
■ la propria data di cessazione dal servizio;
■ il periodo di permanenza nella Sezione Straordinaria del Fondo di Solidarietà,

nonché di:
==> quantificare la misura previsionale dell’incentivo all’esodo spettante. Nell’ambito di tale applicativo saranno anche disponibili:
1. il testo dell’Accordo Sindacale di Gruppo 4.02.2017;
2. un documento aziendale riepilogativo dei vari aspetti del piano d’esodi 2017;
3. le cosiddette F.A.Q. (cioè le domande/risposte su questioni specifiche legate al piano d’esodi 2017).

Nella schermata relativa all’applicativo del Fondo di Solidarietà a 54 mesi è presente anche una sezione specifica denominata “Riscatto Laurea” (o altre fattispecie assimilabili) in cui viene data la possibilità ai potenziali interessati/e – anche disgiuntamente rispetto alla richiesta di accesso alla Sezione Straordinaria del Fondo di Solidarietà di settore – di manifestare il proprio interesse per il riscatto di periodi di laurea (o la ricongiunzione onerosa di periodi di lavoro e/o riscatti di periodi di aspettativa non retribuita) al fine di poter maturare il primo requisito pensionistico con finestra compresa entro il 1° dicembre 2019.

Raccomandiamo a tutti gli Iscritti/Iscritte direttamente interessati al piano d’esodo incentivato di consultare, con la dovuta attenzione, tutti i contenuti informativi dell’apposito applicativo presente sul Por- tale di Gruppo, verificando la correttezza dei propri dati relativi a:

=> la finestra di pensione calcolata;
=> la data di cessazione effettiva dal servizio;
=> il periodo di permanenza nella sezione straordinaria del Fondo di Solidarietà di settore.

In presenza di eventuali dubbi rispetto ai dati riportati nelle schermate dell’applicativo, consigliamo ciascun interessato/a di rivolgersi – per il tramite dei Segretari/e R.S.A. FISAC – al Patronato sindacale INCA per le verifiche del caso.

Dopo aver verificato gli eventuali dubbi di cui al comma precedente e/o in presenza di evidenti errori rispetto a quanto riportato nel proprio ECOCERT/Estratto conto contributivo, raccomandiamo a ciascun interessato/a di segnalare prontamente la cosa all’apposita casella mail: UCIPENSINC@unicredit.eu, portando a conoscenza del fatto sia il proprio Segretario/a R.S.A. FISAC che l’H.R.Business Partner di competenza.

Da ultimo, riteniamo di fare cosa utile allegando una versione aggiornata dell’Approfondimento FISAC sul Fondo di Solidarietà di settore predisposto nello scorso mese di febbraio 2017
(ndr: in area collegamenti in fondo a questa news)

Restando a disposizioni per qualsiasi necessità di ulteriori informazioni e/o chiarimenti sulla materia, salutiamo fraternamente.

LA SEGRETERIA DI GRUPPO

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su whatsapp
Torna su
Ho bisogno di informazioni relative a: Piano esodi volontari mese di maggio 2017

Login