Accesso al Fondo di Solidarieta’ fino a 60 mesi: casistiche particolari

Accesso al Fondo di Solidarieta’ fino a 60 mesi: casistiche particolari

Ieri 4 luglio è stata raggiunta un’intesa interpretativa relativa agli aspetti applicativi delle “casistiche particolari” di richiesta di accesso al Fondo di Solidarietà parte Straordinaria, per un periodo fino a 60 mesi, contenuta nella Raccomandazione posta in calce all’ art. 2 dell’Accordo 5 febbraio 2016.

Il numero delle richieste accoglibili già da quest’anno sarà 60 (10 in più rispetto a quanto contenuto nell’Accordo 5 febbraio).

Di questi:

a) 20 saranno individuati da una graduatoria tra i dipendenti non vedenti e/o sordomuti (secondo le disposizioni di legge);
b) 20 saranno individuati da una graduatoria tra i dipendenti con invalidità superiore al 74%;
c) 20 saranno individuati da una graduatoria dei dipendenti che abbiano nel proprio nucleo famigliare uno o più componenti con le medesime caratteristiche delle due fattispecie precedenti e per le quali siano riconosciute le previsioni della Legge 104/92.

Per nucleo famigliare si intende coniuge/partner (approccio definito nel protocollo sui Nuovi Modelli di Famiglia del 13 aprile), e/o figli.

In via eccezionale e subordinata, rispetto a coniuge/partner e/o ai figli/e, viene considerato famigliare anche il genitore convivente con totale e permanente invalidità lavorativa che assuma connotazione di gravità, ai sensi dell’art 3 comma 3 della legge 104/92 con invalidità al 100%, e necessità di assistenza continuativa. In tal caso è obbligatoria la fruizione dell’intera aspettativa retributiva prevista dalla legge 104/92.

In caso di richieste superiori ai posti disponibili verranno adottati i seguenti criteri di priorità:

1. maggiore percentuale di invalidità per i casi b) e c);
2. maggiore vicinanza alla pensione;
3. maggiore età anagrafica;
4. maggiore anzianità di servizio.

Potranno presentare domanda anche coloro che hanno già aderito alla 2° fase del piano strategico 2018 (fondo 36 mesi).

Tutti coloro che usufruiranno del trattamento del Fondo per un periodo superiore ai 36 mesi non avranno diritto all’incentivo all’esodo di 3,5 mensilità aggiuntive, ad eccezione di coloro che all’interno del periodo di copertura del Fondo Straordinario usufruiranno dell’intera aspettativa retribuita prevista dalla legge 104/92.

In ogni caso il dipendente ha l’obbligo di richiedere tutte le maggiorazioni contributive eventualmente spettanti relativamente al suo grado di invalidità.

Iter di presentazione delle domande

I dipendenti interessati dovranno presentare una manifestazione di interesse inviando il modulo, corredato dalla documentazione a supporto, che verrà messo a disposizione dei dipendenti entro il mese di luglio, ad una casella e-mail dedicata.

Le domande verranno raccolte nell’arco di due mesi, con data ultima 30 settembre 2016.

In caso di superamento dei 60 posti disponibili l’azienda si è impegnata a valutare ulteriori domande in graduatoria nella successiva fase di verifica delle altre domande in sospeso relative alla seconda fase del Piano Strategico 2018.

L’obiettivo comune, stante il numero contenuto delle richieste accoglibili, è stato quello di individuare criteri oggettivi, trasparenti ed incontestabili di priorità in relazione alla gravità delle condizioni personali e/o famigliari.

Milano 5 luglio 2016

Segreterie di Coordinamento
Fabi-First/Cisl-Fisac/Cgil-Sinfub-Ugl Credito-UILCA-Unisin
Gruppo UniCredit

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su whatsapp
Torna su
Ho bisogno di informazioni relative a: Accesso al Fondo di Solidarieta’ fino a 60 mesi: casistiche particolari

Login