Prosegue il cammino del dialogo sociale

Prosegue il cammino del dialogo sociale

EWC di UniCredit 2011-2015: Prosegue il cammino del dialogo sociale

Il Comitato Aziendale Europeo di Unicredit (UEWC) ha concluso il secondo mandato 2011-2015 nel perdurare della fase congiunturale particolarmente difficile, ma ritiene che proprio in situazioni di criticità come quella che stiamo attraversando sia essenziale mantenere un alto e proficuo livello di dialogo sociale con il Gruppo, garantendo e rafforzando i diritti di informazione e consultazione a tutti i livelli.

Questo convincimento ha portato, tra le altre, al raggiungimento – dopo due anni di discussione con il Management – dell’obiettivo fissato nel precedente mandato concernente la definizione di una Dichiarazione Congiunta sulle “Vendite Responsabili”. Risultato raggiunto anche grazie al supporto di Uni Finance.

La Dichiarazione Congiunta definisce principi fondamentali condivisi, per tutti i Paesi dove il Gruppo è presente, nel pieno rispetto delle specificità delle singole geografie; si tratta di un risultato importante per il tema affrontato che impatta fortemente sull’ambiente di lavoro e sull’attività lavorativa quotidiana di migliaia di Lavoratori/trici del Gruppo.

Durante il mandato 2011/2015, l’UEWC si è fortemente opposto al taglio del personale quale mezzo principale di risparmio e alle operazioni di esternalizzazione/cessione (New- ton, Uccmb, etc.), strategie che hanno caratterizzato i piani industriali del Gruppo.
L’UEWC conviene che la complessità delle norme che regolamentano l’attività bancaria implica per tutti/e i/le singoli/e Lavoratori/trici elevate responsabilità, ma questo non deve assolutamente tradursi in uno scarico di responsabilità verso livelli più bassi e tutte le iniziative in merito devono essere condivise con i rappresentanti dei lavoratori dei singoli Paesi o a livello transnazionale.

L’UEWC ha più volte espresso la sua valutazione critica sul livello retributivo del top management, in considerazione della fase economica attraversata, delle riduzioni del Personale operate nei vari Paesi e dei trattamenti economici destinati alla generalità dei/ delle Lavoratori/trici del Gruppo.L’UEWC ribadisce la necessità di implementare uno strumento che consenta in tutti i Paesi in cui il Gruppo è presente di garantire ai/alle Lavoratori/trici degli standard minimi di diritti, tramite il Global Framework Agreement, così come il diritto del CAE di ricevere informazioni dal Gruppo in tempo utile al fine di svolgere in modo pieno e costruttivo il processo di consultazione.

L’UEWC ribadisce l’importanza che questo organismo sia fortemente caratterizzato dalla presenza sindacale, così come ritiene valorizzante per la sua azione l’implementazione della TRADE UNION ALLIANCE di Unicredit.

L’UEWC in conclusione dell’attuale mandato ha raggiunto un’importante intesa per il rinnovo e l’aggiornamento del suo Atto Costitutivo, garantendo per il prossimo mandato 2015-2019 stabilità nella sua rappresentanza, ottenendo l’ampliamento del numero dei componenti del Comitato Ristretto a beneficio dei Paesi della CEE e si prefigge di valorizzare la diversità di genere all’interno di questo organismo.

Il Comitato Aziendale Europeo di Unicredit (UEWC) ormai ha rafforzato il suo ruolo nel settore finanziario e rappresenta a livello europeo una “best practice”, si auspica e si prefigge che il prossimo mandato 2015-2019 possa portare al raggiungimento di importanti risultati nell’interesse degli oltre 150.000 Lavoratori/trici che rappresenta.

L’UEWC ringrazia per il continuo supporto e collaborazione UNI Europa Finance.

Milano, 24 giugno 2015
Comitato Aziendale Europeo di Unicredit/Unicredit European Works Council

____________________________________________________

UNICREDIT EWC 2011-2015: The policy of social dialogue continues

The European Works Council of Unicredit (UEWC) has just concluded the 2011-2015 second term while a particularly difficult economic situation is still persisting, but belie- ves that it is precisely in situations like the one we are experiencing today, that it is es- sential to maintain a high and fruitful level of social dialogue with the Group, guaran- teeing and strengthening the right to information and consultation at all levels.

After two years’ discussions with the Management, this belief led, among other things, to the achievement of the target, set in the previous mandate, concerning the definition of a Joint Declaration about “Responsible Sales”. This result was reached also thanks to the support of Uni Finance.

The Joint Declaration defines shared basic principles for all countries where the Group is present, in full respect of their geographical peculiarities; it is a major accomplishment for the subject under discussion that affects strongly the working environment and the daily activities of thousands of workers of the Group.

During the 2011-2015 mandate, the EUWC strongly opposed the cutting of the staff as the main instrument of saving and the outsourcing/transfer operations (Newton, UCCMB, etc.), strategies which characterized the industrial Plans of the Group.

The UEWC agrees that the complexity of the rules governing the bank activities implies heavy responsibilities for all employees, but this must not result in a discharge of liabili- ties toward the lowest levels, and all initiatives regarding this matter should be shared with the workers’ representatives of each country or at a transnational level.

The UEWC repeatedly expressed his critical evaluation on the pay level of top manage- ment, considering the current economic phase, the staff reductions made in the several countries and the salaries paid to all the other employees of the Group.The UEWC stresses the need̀ to implement an instrument that allows to guarantee the workers’ basic rights in all countries in which the Group operates, through the Global Framework Agreement, such as the right of the EWC to receive information from the Group in time to perform a full and positive consultation process.

The UEWC underlines the importance that this body should be strongly characterized by a trade union presence and has the objective of the implementing of the TRADE UNION ALLIANCE of Unicredit.

At the end of the current mandate the UEWC reached an important agreement for the renewal and the update of its Constitutive Act, guaranteeing stability in its delegation, obtaining the enlargement of the number of members of the Select Committee for the benefit of the countries of the EEC for the next 2015 – 2019 term and now aims to ensu- re gender diversity inside this body.

The European Works Council of Unicredit (UEWC) is currently strengthening its role in the financial sector and represents a “best practice” at European level, it hopes and aims that the next 2015 – 2019 term will lead to the achievement of important results in the interest of the over 150,000 workers that it represents.

The UEWC thanks UNI Europe Finance for the constant support and collaboration.

Milan, 24th June, 2015
Unicredit European Works Council

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su whatsapp
Torna su
Ho bisogno di informazioni relative a: Prosegue il cammino del dialogo sociale

Login