I permessi elettorali per chi sarà impegnato presso i seggi

I permessi elettorali per chi sarà impegnato presso i seggi

Sulle prossime elezioni regionali ed amministrative del 2015:

I permessi elettorali per coloro che saranno impegnati/e presso i seggi

Come noto, domenica 31 maggio 2015 si svolgeranno le elezioni per rinnovare il presidente e la giunta regionale in 7 regioni italiane: Campania, Liguria, Puglia, Toscana, Umbria e Veneto.

Nello stesso giorno si svolgeranno le elezioni amministrative in 1.062 comuni italiani, tra cui 18 capoluoghi di provincia.

In entrambi i casi, i seggi resteranno aperti dalle 7,00 alle 23,00 di domenica 31
(salvo eventuali possibili deroghe sulla data e sull’orario per alcune elezioni amministrative nelle regioni a statuto speciale).

Alle consultazioni regionali non è previsto il ballottaggio; è previsto, invece, in quelle amministrative: al riguardo è stato stabilito che eventuali ballottaggi si svolgano domenica 14 giugno 2015 (con apertura dei seggi sempre dalle ore 7,00 alle ore 23,00).

Tutti i Lavoratori e le Lavoratrici (e, quindi, anche le Colleghe ed i Colleghi bancari, assicurativi e della riscossione tributi) che vengano chiamati ad espletare funzioni presso i seggi elettorali (in qualità di presidente di seggio, segretario, scrutatore, rappresentante di lista o di gruppo), hanno diritto di assentarsi dal lavoro per il periodo corrispondente alla durata delle operazioni elettorali.

Per la giornata di sabato 30.05.2015, nel corso della quale si svolgono le operazioni preparatorie alle votazioni, al/la Collega interessato/a verrà ricono-sciuta la facoltà di scelta, in alternativa, tra il pagamento di una quota aggiuntiva della retribuzione normalmente percepita e una giornata di riposo compensativo, con modalità di fruizione da concordare con la propria azienda.

Per la giornata di domenica 31.05.2015, il/la Collega interessato/a avrà diritto a una giornata di riposo compensativo da fruirsi immediatamente dopo la chiusura delle operazioni elettorali.

1Considerando che è previsto che le operazioni di scrutinio inizino subito dopo la conclusione delle operazioni di voto ed il riscontro del numero dei votanti, è possibile che il seggio elettorale venga chiuso entro le ore 24,00 di domenica.

Diversamente, nel caso in cui la chiusura del seggio avvenga
dopo le 24,00 della domenica, ciascun/a Collega ivi operante avrà diritto ad assentarsi dal lavoro per l’intera giornata di lunedì 1 giugno 2015 (che gli/le sarà normalmente retribuita).

In caso di concomitante svolgimento di elezioni regionali e comunali, è previsto che si dia la precedenza allo spoglio delle schede per le elezioni regionali mentre – per quelle comunali – lo scrutinio dovrà essere rinviato alle ore 14,00 di lunedì 1 giugno 2015. In tal caso, se le operazioni di seggio dovessero terminare oltre le ore 24,00 di lunedì 1 giugno, al/la Collega interessato/a dovrà essere riconosciuta una giornata di riposo compensativo successiva a quella di martedì 2 giugno (essendo lo stesso festivo).

I Lavoratori e le Lavoratrici chiamati all’espletamento delle funzioni elettorali presso i seggi (con l’incarico di presidente di seggio, segretario, scrutatore, rappresentante di lista o di gruppo), dovranno darne preventiva comunicazione alla propria azienda, esibendo apposita documentazione.

Al rientro, gli/le stessi/e dovranno fornire apposita certificazione, firmata dal Presidente di Seggio, con l’indicazione delle giornate di presenza al seggio e, ove occorra, anche con l’evidenziazione dell’orario di chiusura dello stesso
(nel caso in cui il/la Collega interessato/a sia presidente di seggio, tale attestazione dovrà essere controfirmata anche dal vice presidente del seggio).

Cordiali saluti.

Milano, 22 maggio 2015
LA SEGRETERIA DI GRUPPO

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su whatsapp
Torna su
Ho bisogno di informazioni relative a: I permessi elettorali per chi sarà impegnato presso i seggi

Login