Rinnovo delle cariche sociali del Fondo Pensione per il Personale delle Aziende del Gruppo UniCredit

Rinnovo delle cariche sociali del Fondo Pensione per il Personale delle Aziende del Gruppo UniCredit

Il mandato dei nostri rappresentanti in seno al Fondo Pensione di Gruppo è scaduto; pertanto si voterà – dal 27 maggio al 5 giugno p.v. – per l’elezione, per un triennio, dei 4 componenti il Consiglio di Amministrazione e di 1 sindaco effettivo più un sindaco supplente (contestualmente i pensionati, con votazione separata, eleggeranno un consigliere ed un sindaco).

Il consuntivo per il triennio 2010/2012

Quello appena concluso è stato un triennio particolarmente intenso, sia sul versante gestionale che istituzionale, caratterizzato dal perdurare della profonda crisi economica e finanziaria, da una serie di interventi dell’autorità di vigilanza (COVIP) sugli aspetti gestionali ed organizzativi dei Fondi Pensione e dai diversi accordi sindacali sulla previdenza nel Gruppo.

La Covip ha intensificato il suo intervento sulla gestione e sulla vigilanza sui Fondi Pensione, impegnandoli ad una serie di incombenze sempre più stringenti e a rendicontazioni più frequenti sui sistemi di controllo dei vari processi. Alcune modifiche statutarie si sono rese necessarie in recepimento di specifiche e cogenti direttive.

Gli interventi legislativi sulla previdenza obbligatoria e le politiche di incentivazione all’esodo delle aziende del Gruppo, nonché la crisi economica hanno indotto il C.d.A. del Fondo a commissionare bilanci tecnici ogni anno (che hanno tutti confermato il sostanziale equilibrio del Fondo, pur in presenza di mutati quadri di riferimento).

I vari accordi sindacali, in tale materia, sono stati recepiti garantendo ai nuovi iscritti e a coloro che sono confluiti da altri Fondi un’adeguata assistenza. Al riguardo giova ricordare le confluenze degli iscritti dell’ex Fondo Cariverona, ex Fondo Banca dell’Umbria, del Fondo Aggiuntivo di Previdenza Aziendale (FAPA) e del Fondo ex C.R.R. (tramite conferimento del cosiddetto “zainetto”).

In questo triennio il patrimonio netto degli iscritti alla 2^ sezione è passato dai circa 800/Mil a 1.280/Mil. Ciò ha richiesto adeguamenti nel funzionamento della struttura in tutti i settori, con un quantitativo di organico pressoché invariato.

E’ stata stipulata una Convenzione tra Fondo Pensione e UniCredit per disciplinare più puntualmente ed analiticamente lo svolgimento delle attività di UniCredit a favore del Fondo secondo i dettati statutari.

Sono state stipulate due nuove convenzioni con altrettanti gestori amministrativi per la gestione delle posizioni e l’erogazione delle prestazioni (pensioni):
– Parametrica srl (relativamente alla 1^ sezione);
– Servizi Previdenziali SpA 8 (relativamente alla 2^ sezione):
Ciò al fine di migliorare i servizi offerti rispetto ad un numero crescente di posizioni (sia in entrata, che in uscita per esodi).

E’ stato avviato un servizio di Call Center per i pensionati, per la richiesta di informazioni.

E’ stata costituita la SIF non armonizzata per la gestione degli investimenti alternativi e, nel contempo, è stata armonizzata la SICAV Effepilux in coerenza con la normativa europea (UCITS III e IV). E’ stato finalmente e puntualmente formalizzato il processo degli investimenti e realizzato un sistema di controllo dei rischi più efficace, apprezzati dalla stessa Covip.

Si è costituito il Fondo Immobiliare EFFEPI R.E. che ha permesso al Fondo di rientrare nel limite di detenzione diretta di immobili previsto dalla normativa vigente e, auspichiamo, per garantire una più efficace gestione di tale asset.

E’ stato aggiornato il Regolamento sui “Versamenti volontari aggiuntivi” e modificato significativamente quello sulle “Anticipazioni” (recependo anche le osservazione degli iscritti/e); ultimamente è stato approvato il “Regolamento per aprire posizioni previdenziali a favore dei familiari fiscalmente a carico”.

E’ stato migliorato il sito del Fondo con l’accesso ad una “area riservata” agli iscritti alla 2^ sezione.
In conclusione riteniamo che si tratti di un consuntivo positivo.

Gli obiettivi per il futuro triennio 2012/2015

Nel corso di un incontro con i rappresentanti uscenti e con i nuovi candidati abbiamo approfondito le prospettive per il futuro e gli obiettivi che dovranno essere realizzati registrando una piena convergenza di orientamenti.

In sintesi, tali obiettivi possono essere così riassunti:

=> alla luce della forte instabilità dei mercati finanziari, monitoraggio costante degli investimenti mobiliari ricercando il giusto equilibrio rischio/rendimento, mantenendo un adeguato livello di controllo dei rischi;

=> monitoraggio costante degli investimenti immobiliari, attraverso un controllo attivo sulla gestione dell’operatività della SGR (Generali) per quanto riguarda il Fondo Immobiliare. Per gli immobili direttamente detenuti dal Fondo bisognerà sviluppare politiche di gestione attive volte a ridurre lo sfitto anche attraverso interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria per migliorarne la qualità e quindi l’attrattività;

=> analisi costante dei vari processi operativi per renderli più rispondenti alle esigenze degli iscritti;

=> nuova configurazione grafica e funzionale (restyling) del sito web del Fondo per una migliore accessibilità e per renderlo fruibile anche sulle nuove piattaforme (tablet, smartphone).

Nel prendere atto che i Consiglieri uscenti Benvenga, Epifani e Orifiammi non sono ricandidabili per aver già espletato tre mandati consecutivi (massimo previsto dallo Statuto), e il consigliere Quaglia non si ripresenta, Vi proponiamo di votare i seguenti nominativi:

__________________________________________________________________
FAC SIMILE di scheda

1) consigliere
DAVIDE ZANABONI fra i partecipanti ANTE
2) consigliere CORRADO GALEASSO fra i partecipanti POST
3) consigliere LUCA RUGGERI
4) consigliere
ENRICO SANGUIGNI

5) sindaco
GIULIANO DI STEFANO
6) sindaco supplente GIUSEPPE CONDORELLI
__________________________________________________________________

VI INVITIAMO A VOTARLI, esattamente come nel fac-simile di scheda e nell’ordine indicato al fine di non ingenerare dispersione di voti (scrivendo il loro nominativo negli appositi spazi sulla scheda di votazione), per le specifiche capacità professionali che esprimono e, siamo sicuri, per l’impegno che sapranno dedicare nel triennio futuro. Non è necessario indicare la data di nascita in quanto non ci sono casi di omonimia.

Le Segreterie di Gruppo

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su whatsapp
Torna su
Ho bisogno di informazioni relative a: Rinnovo delle cariche sociali del Fondo Pensione per il Personale delle Aziende del Gruppo UniCredit

Login