Lo scorso 11 Agosto ’11 si è riunito a Bologna il direttivo FISAC/CGIL di UGIS.

Lo scorso 11 Agosto ’11 si è riunito a Bologna il direttivo FISAC/CGIL di UGIS.

Oltre a preparare il percorso congressuale che ci porterà alla conferenza di Organizzazione dell’intero Gruppo Unicredito, si è discusso della vicenda, grave e pericolosa, dell’imminente costituzione di una NEWCO esterna al Gruppo alla quale conferire le attività ora svolte in HRSSC con i relativi lavoratori e lavoratrici..La discussione ha evidenziato come l’intenzione di costituire NEWCO di questo tipo può essere facilmente estesa ad altre branche delle società di servizio, anche nell’ottica del futuro “CONSORZIONE “ la cui struttura si presta a scelte scellerate in materia di scorpori di attività.

La solidarietà espressa a colleghe e colleghi, che si sono già mobilitati con il riuscito sciopero unitario del 21 Luglio, non basta. Come già scritto in numerosi documenti sindacali NESSUNO SI SENTA AL SICURO la battaglia deve essere patrimonio di tutti, consapevoli che più di un progetto con la medesima logica è già allo studio.

Con quest’Ordine del Giorno si intende sollecitare le istanze superiori delle OOSS, in particolare della nostra organizzazione, a perseguire con tenacia la difesa dell’area contrattuale e impedire che un grave precedente smantelli conquiste e tutele patrimonio non solo del Gruppo UNICREDITO ma dell’intero settore.

Il Direttivo FISAC di UGIS
chiede

– La partecipazione delle Segreterie Nazionali già dal previsto incontro del 2 Settembre.
– Il
coinvolgimento delle strutture idonee per approfondire gli aspetti legali della questione.
– Contra
stare le politiche di esternalizzazione, anche in relazione al prossimo rinnovo contrattuale.
– Un rapido
coinvolgimento di tutte le aziende del Gruppo per organizzare una mobilitazione generale.
– L’approdo ai
massimi livelli sindacali del problema consulenze, ormai fuori controllo nei numeri e nella qualità, nonostante i quali si continuano a denunciare esuberi di personale
– Che il costo de
l lavoro cessi di essere usato come pretesto per giustificare politiche di scorporo, pur in presenza dei buoni risultati economici dichiarati e dei lauti stipendi elargiti ai manager
– Considerare come e
lemento centrale l’unitarietà e la coesione del tavolo sindacale.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su whatsapp
Torna su
Ho bisogno di informazioni relative a: Lo scorso 11 Agosto ’11 si è riunito a Bologna il direttivo FISAC/CGIL di UGIS.

Login