Comunicato incontro 5 luglio

Comunicato incontro 5 luglio

C O M U N I C A T O

L’incontro intercorso con la Capogruppo lo scorso 5 luglio a Milano ha consentito alle scriventi OO.SS. di confermare alcune priorità negoziali, la cui positiva risoluzione appare di fondamentale importanza nell’ambito della procedura di trasferimento di ramo d’azienda da UMCC a UCCB, che, come noto, comporta il conferimento di importanti attività produttive, di un rilevantissimo valore patrimoniale e di oltre 200 risorse lavorative.
In tal senso, le OO.SS. hanno rappresentato le sotto indicate esigenze e problematicità:
Per i colleghi destinati a restare in forza ad UMCC :
attribuzione di specifiche garanzie occupazionali, nel caso di criticità produttive, di rilevanti ristrutturazioni, di crisi occupazionali etc;
incremento numerico del personale, anche in relazione alla necessità di presidiare la nuova mission della Banca.
B) Per i colleghi oggetto di trasferimento:
individuazione di criteri oggettivi di selezione per il personale in forza alle UNIT oggetto di parziale scorporo (Staff, Organizzazione, CRO, altri);
coerente ricollocazione nella griglia professionale di UCCB in riferimento agli specifici percorsi ed esperienze lavorative maturate dal personale UMCC;
analogamente a quanto occorso per altre Unit, adozione di una particolare attenzione gestionale per i colleghi addetti al comparto ex L. 388/00, al fine di un eventuale reinserimento nell’attività di provenienza, anche in considerazione della particolare attività agevolativa svolta e della straordinaria situazione di emergenza e temporaneità che ha contrassegnato la creazione della struttura operativa;
Chiarimento sulla possibile successiva riallocazione lavorativa del personale oggetto di conferimento, in relazione all’imminente processo societario della Banca Unica;
Recupero dell’anzianità di adibizione nei diversi ruoli professionali, ai fini della maturazione degli inquadramenti CIA previsti in UCCB, per tutto il personale UMCC già distaccato e a valere dalla data del distacco;
Specifica formazione in aula per tutto il personale UMCC, al fine di supportare la riconversione professionale per i colleghi destinati a passare da UMCC a UCCB, Banca Corporate e quindi alla nuova Banca Unica commerciale;
Successiva verifica della corretta applicazione dell’accordo, da effettuarsi non prima del 1° novembre e non otre il 31/12/2010.
Nel corso dell’incontro le OO.SS. hanno potuto constatare, con moderata soddisfazione, la disponibilità della Capogruppo ad esaminare con particolare attenzione le rivendicazioni sindacali.
In tal senso, a fronte delle 211 risorse destinate al conferimento, si è infatti ottenuto per il personale operante nella nuova UMCC, orientativamente quantificato in ca. 204 colleghi, l’incremento di ca. 10 unità, e il possibile riconoscimento di garanzie occupazionali per ristrutturazioni aziendali, attualmente non previste nella nostra azienda.
Si è inoltre registrata la disponibilità aziendale ad assicurare una mirata formazione professionale in aula, accogliendo altresì la richiesta sindacale di valorizzare nella nuova azienda le professionalità esistenti in UMCC.
E’ stata invece respinta la richiesta di conoscere i criteri di selezione del personale in uscita dalle strutture di supporto.
Appaiono peraltro irrisolte le rivendicazioni sindacali relative a:
recupero dell’anzianità di adibizione nel ruolo per i colleghi da tempo distaccati in UCCB;
reinserimento nel credito agevolato anche dei colleghi attualmente in forza alla L. 388/00.
Pur consapevoli dell’atteggiamento di apertura assunto dalla Capogruppo nell’ambito della trattativa, le scriventi OO.SS. non possono esimersi dal ribadire alcuni ancoraggi negoziali a proprio avviso indispensabili per una operazione societaria che presenti adeguati criteri di trasparenza e condivisione.
Fondamentale, in tal senso, appare il conseguimento di più specifiche ed effettive tutele occupazionali, in considerazione del rilevante ridimensionamento patrimoniale e produttivo subìto da UMCC, che impone, all’interno della casistica, anche la previsione di eventuali modifiche di controllo societario.
Egualmente essenziale è l’assunzione da parte della Capogruppo di un impegno formale al riconoscimento delle professionalità presenti in UMCC da ricollocare coerentemente all’interno della Banca Corporate, in relazione alle anzianità maturate e alle competenze consolidate.
Appare pure legittima ed imprescindibile la rivendicazione sindacale di adottare, nella selezione del personale in forza nelle strutture di supporto, criteri gestionali improntati a oggettività e trasparenza, e non a discrezionalità, onere peraltro assunto dalla Capogruppo con le scriventi OO.SS. in occasione dello scorporo del c.d. Supporto Operativo e che, allo stato, si rivela invece del tutto smentito.
Va infine ulteriormente perseguito l’obiettivo di uno specifico impegno a valorizzare appieno l’adibizione temporale nei diversi ruoli per i colleghi da tempo distaccati nel Corporate, al fine di evitare una penalizzazione per la maturazione di eventuali inquadramenti previsti nel CIA di riferimento.
Quanto sopra senza dimenticare, come peraltro chiaramente evidenziato anche nella lettera di risposta alla comunicazione di avvio della procedura, l’esigenza di una più puntuale ed analitica individuazione della mission industriale riservata alla nuova realtà aziendale UMCC, con la necessaria identificazione delle eventuali ulteriori attività da assegnare a UMCC, al fine di ottenere significativi risultati reddituali per i prossimi anni.
Si ricorda infine alla Capogruppo, al di là di ogni volontà oppositiva o meramente polemica, che, di fronte a una così importante riorganizzazione, compito principale delle OO.SS. è di verificare le corrette modalità di attuazione della procedura, lavorando affinché la fase conclusiva si concretizzi nel migliore dei modi, nel comune interesse dell’Azienda, e di tutti i lavoratori, i cui diritti e tutele sono presupposto imprescindibile dell’operato sindacale.
Nella prossima evoluzione del confronto, le scriventi OO.SS. si considerano impegnate a conseguire le finalità prefissate e a garantire i necessari passaggi di verifica democratica.



R.S.A. Unicredit Mediocredito Centrale – UMCC


Fisac/CGIL Fiba/CISL UilcaUIL SILCEA

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su whatsapp
Torna su
Ho bisogno di informazioni relative a: Comunicato incontro 5 luglio

Login