FLESSIBILITA’ D’ORARIO: PARTE LA SPERIMENTAZIONE NEL TRIVENETO – 1

FLESSIBILITA’ D’ORARIO: PARTE LA SPERIMENTAZIONE NEL TRIVENETO – 1

Dando seguito alle previsioni contenute nell’accordo sul part-time del 4 giugno 2009, dopo un lungo confronto, le Oo.Ss. scriventi hanno siglato in data odierna un accordo che dà il via alla sperimentazione in merito a:

– riduzione dell’orario di lavoro compreso fra le 37,5 e le 32,5 ore settimanali, da definirsi a livello individuale,
– diversa fruizione e/o durata della pausa pranzo,
– ingresso anticipato e posticipato mattutino e uscita pomeridiana anticipata o posticipata,
– diversa articolazione di orario condivisa tra più posizioni di lavoro.

Tale sperimentazione interesserà per il momento Triveneto Est, Triveneto Ovest e Veneto Centrale (le Direzioni Commerciali a più alta densità sia di part time in essere che di domande di part time giacenti), partirà da febbraio 2010 e si protrarrà sino all’ 1/11/2010, data di avvio della nuova banca.
In questi mesi sono previsti momenti di verifica a livello locale e centrale per monitorare il fenomeno e valutarne il consolidamento.
Per consentire l’attuazione di quanto sopra, a breve verranno contattati dalle strutture di Gestione delle Risorse tutte le colleghe e colleghi ancora in graduatoria per il part-time.
Contestualmente è stato firmato un altro accordo per avviare, nell’ambito delle Commissioni Pari Opportunità di UCB e di Gruppo, progetti finanziati in base alla Legge 53 del 2000, volti a promuovere ed incentivare all’interno della nostra azienda ulteriori flessibilità di orario.
Con questi accordi, che integrano quello sul part time dello scorso anno, si compie un ulteriore e significativo passo in avanti verso la soluzione delle problematiche legate alle esigenze di conciliazione tra tempi di vita e tempi di lavoro.
Gli strumenti individuati, alternativi a quello del part time nella sua forma tradizionale, riteniamo possano fornire una valida risposta alle necessità di chi o non ha ottenuto il part time o di chi sia interessato a dare soluzione ai propri problemi, senza pregiudicare in modo significativo le caratteristiche del proprio rapporto di lavoro.

Bologna, 28 gennaio 2010

Le Segreterie degli Organi di Coordinamento
FABI – FIBA/CISL – FISAC/CGIL – SILCEA – UGL Credito – UILCA

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su whatsapp
Torna su
Ho bisogno di informazioni relative a: FLESSIBILITA’ D’ORARIO: PARTE LA SPERIMENTAZIONE NEL TRIVENETO – 1

Login