PART TIME IN UNICREDIT BANCA: raggiunta l’intesa

PART TIME IN UNICREDIT BANCA: raggiunta l’intesa

Nei giorni 3 e 4 giugno, in Bologna, le serrate trattative con l’ Azienda sul part time si sono concluse con la sottoscrizione di un accordo.
Il difficile confronto si trascinava da tempo. Intanto l’azienda continuava a gestire discrezionalmente la tematica dei rinnovi dei part time in essere dopo aver di fatto bloccato, senza trovare soluzione alcuna, la concessione di nuovi part time alle lavoratrici ed ai lavoratori in situazione di oggettiva e critica situazione familiare e personale.
Non era più possibile rimandare oltre la regolamentazione di questa complessa materia, al fine di dare certezze sia a chi da tempo attende una risposta alle proprie esigenze, sia a chi ha dovuto fare i conti con l’ennesima proroga provvisoria di pochi mesi.
Il contesto generale nel quale ricercare l’intesa scontava, tra le altre,
l’ormai cronica situazione di carenza degli organici in rete (cui certamente non bastano le 93 assunzioni di stagionali e la previsione di 130 assunzioni, perimetro Retail, nel rispetto dell’Accordo 4 dicembre) ed il livello di eccellenza dei rapporti di part time in essere in UniCredit Banca nel contesto bancario e del Gruppo (UniCredit Banca si attesta sul 13% di part time, a fronte di una media di settore del 7,5% ). Le OO.SS. hanno scelto il percorso della responsabilità, individuando un articolato impianto che, nel mantenere le percentuali in essere, (non ha prevalso l’impostazione dell’Azienda che cercava una sostanziale riduzione dei part time), fornisse risposte adeguate alle lavoratrici ed ai lavoratori. Le fondamenta di questo percorso di responsabilità ed equità poggiano sull’individuazione concreta ed oggettiva delle motivazioni per cui ottenere il part time, anche attraverso lo strumento di una graduatoria chiara, definita e trasparente (che vi inviamo in allegato al comunicato).
Di seguito riportiamo una sintesi dell’articolato sul part time.

=> CARATTERISTICHE GENERALI DELLE NUOVE RICHIESTE DI PART TIME


Il
part-time sarà accordato a tempo determinato per tre anni.
Durate inferiori, di norma di un anno, saranno possibili su richiesta dell’interessato/a, motivata da esigenze particolari, ovvero da comprovate esigenze organizzative aziendali,
comunque finalizzate all’accoglimento della richiesta.
La trasformazione del rapporto di lavoro da tempo pieno a tempo parziale sarà valutata sulla base delle graduatorie predisposte a livello di Direzione Commerciale, con articolazione provinciale, in virtù della possibilità per il/la lavoratore/trice di indicare più province, e/o di essere inserito/a nella graduatoria di altre D.C. nel caso di provincia suddivisa tra due D.C., secondo i criteri e la metodologia indicate nella graduatoria.
Alla scadenza del contratto di part-time, il/la lavoratore/trice potrà inoltrare una nuova domanda e in questo caso rientrerà nella apposita graduatoria in ragione della motivazione.
L’accordo prevede, in caso di motivazioni di
particolare gravità, il diritto all’accoglimento immediato della domanda di part time, senza alcun riferimento alla graduatoria.

=> GESTIONE DEI CONTRATTI PART TIME IN ESSERE

I lavoratori e le lavoratrici a part time avranno un colloquio individuale finalizzato a verificare
eventuali diverse e concordate modalità di gestione dell’orario di lavoro, tali da garantire la conciliazione tra tempi di vita e tempi di lavoro, nonché la possibilità di accoglimento di eventuali domande di trasferimento, la possibilità di diverse forme di impiego del/della interessato/a in altri ruoli o l’eventuale e volontario interesse del lavoratore al rientro a tempo pieno). Particolare rilevanza assume l’impegno dell’Azienda ad accogliere, all’interno della medesima provincia, una nuova domanda di part time tra quelle giacenti, rispettando l’ordine della graduatoria, a fronte sia di ogni rientro a tempo pieno da parte di personale con contratto a part-time a tempo indeterminato, sia di rientri anticipati rispetto alla scadenza, avvenuti a far tempo dal 01/11/2008, nonché di part time di durata inferiore ai 3 anni.

=> PART TIME IN ESSERE A TEMPO DETERMINATO

E’ previsto, ai sensi dei criteri della graduatoria che alleghiamo al comunicato, un rinnovo automatico :

1) per le motivazioni di cui al punto A della graduatoria,
rinnovo di 3 anni;

2) per le motivazioni di cui al punto B della graduatoria:


– rinnovo di 3 anni in
caso di figli con età inferiore ai 3 anni (figli nati dal 01/07/2006);
– rinnovo di 2 anni e 3 mesi
in caso di figlio con età compresa tra i 3 e i 6 anni (figli nati dal 01/07/2003 al 30/06/2006);
– rinnovo di 15 mesi in caso di figlio con età compresa tra i 6 e gli 8 anni ( figli nati dal 01/07/2001 al 30/06/2003);
– rinnovo di 12 mesi
in caso di figli con età compresa tra i 8 e gli 11 anni (figli nati dal 01/07/1998 al 30/06/2001).
Ferma la facoltà di accedere in futuro alle graduatorie che saranno redatte in base alle domande presentate, sarà accordata una proroga di 4 mesi a tutti i part time a tempo determinato in essere per cui non è previsto il rinnovo di cui sopra.
A coloro che al termine della proroga di 4 mesi non accederanno, tramite graduatoria, al part time,
saranno riconosciute 120 ore all’anno di permessi non retribuiti per i successivi tre anni. Abbiamo altresì ottenuto l’impegno dell’Azienda per detti rientri, all’ accoglimento nel territorio indicato dall’interessato/a, di una nuova domanda di part-time tra quelle giacenti, rispettando l’ordine della graduatoria di D.C., articolata per province.

=> PART TIME IN ESSERE A TEMPO INDETERMINATO

Allo scopo di accogliere altre domande da tempo pieno a tempo parziale, qualora il/la lavoratore/trice concordasse con l’Azienda il proprio rientro a tempo pieno, gli/le saranno riconosciute :

-> per il rientro definitivo a tempo pieno 100 ore all’anno di permessi non retribuiti nonché 200 ore di permessi retribuiti, da dilazionare nell’arco del restante periodo di lavoro presso UniCredit Banca;

-> per il rientro a tempo pieno “sperimentale” per tre anni
100 ore di permessi non retribuiti nel triennio, al termine del triennio l’interessato/a potrà richiedere il ripristino del contratto di part-time con le stesse modalità del precedente contratto;

-> per il rientro a tempo pieno dopo il triennio “sperimentale”
40 ore all’anno di permessi non retribuiti.
Nelle Direzioni Commerciali a più alta “densità” di part time, sia in essere che in attesa di accoglimento,
saranno sperimentate diverse articolazioni di orario di lavoro (orari particolari non occasionali) che possano consentire il superamento della esigenza part-time. E’ inoltre prevista la possibilità di utilizzare forme di part time sulla stessa posizione di lavoro.

L’accordo prevede l’accoglimento, all’interno della medesima provincia, di una nuova domanda di part time tra quelle giacenti a fronte dei rientri a tempo pieno da parte di personale con contratto a part time a tempo indeterminato, nonché di rientri anticipati rispetto alla scadenza di personale a part time a tempo determinato, avvenuti dall’1 novembre 2008 alla data di sottoscrizione dell’accordo (si tratta di un numero che oscilla tra le 30/40 persone).
L’azienda si è impegnata ad accogliere, contestualmente alla firma dell’accordo e in tempi brevi, un buon numero di domande di part time tra quelle giacenti.
Si tratta di un segnale di attenzione, fortemente voluto dalle OO.SS., nei confronti di coloro che da tempo attendono una risposta alle proprie esigenze di conciliazione tra tempi di vita e tempi di lavoro.
Per ulteriori informazioni e dettagli sull’accordo invitiamo gli interessati a rivolgersi ai rappresentanti sindacali presenti sul proprio territorio, che più di tutti saranno chiamati a presidiare nelle singole realtà la coerente applicazione dell’accordo stesso.

Le Segreterie di Coordinamento Dircredito Fabi Fiba/Cisl Fisac/Cgil Silcea Sinfub Ugl Credito UilCa
UniCredit Banca


*************************************************************************
Criteri di redazione della graduatoria per le richieste di Part time
*************************************************************************


Caratteristiche generali

La graduatoria avrà quale riferimento la Direzione Commerciale, con articolazioni provinciali, prendendo in considerazione le domande presentate dai/dalle dipendenti che operano nelle strutture presenti in quella estensione territoriale.
Le graduatorie saranno redatte al 30.6 ed al 31.12 di ogni anno.
Le richieste di rinnovo dovranno essere inserite tramite portale entro il 31 maggio per i contratti scadenti nel secondo semestre dell’anno, ed entro il 30 novembre per i contratti scadenti entro il primo semestre dell’anno successivo.
Le nuove domande di part time presentate avranno validità di due anni e dovranno essere inserite tramite portale, dall’interessato/a entro 30 giorni dalla scadenza. La data resterà quella di prima richiesta.
Ogni richiedente, per evidenti ragioni di privacy, conoscerà – da Portale – la propria esclusiva posizione nella graduatoria, con riferimento alla Direzione Commerciale nonché alla/e provincia/e indicata/e. In attesa della implementazione di tale procedura, l’ufficio del personale di ogni Direzione Commerciale o della Direzione Generale comunicherà all’interessato/a via mail la rispettiva posizione in graduatoria.
Il/la dipendente cui viene accordato il part time si impegna a presentare entro trenta giorni dalla relativa comunicazione, e comunque prima dell’avvio del contratto a part time, la documentazione probatoria a sostegno della propria richiesta.

Motivazioni che consentono la richiesta di inserimento in graduatoria

La graduatoria verrà stilata sulla base delle seguenti motivazioni (ogni lettera alfabetica corrisponde ad un blocco di motivazioni e l’ordine ne esprime la priorità in graduatoria):
A patologie oncologiche riguardanti il coniuge/convivente more uxorio, i figli (compresi naturali/adottivi/in affido) o i genitori del lavoratore o della lavoratrice, nonché nel caso in cui il lavoratore o la lavoratrice assista una persona convivente con totale e permanente inabilità lavorativa, che assuma connotazione di gravità ai sensi dell’articolo 3, comma 3, della legge 5 febbraio 1992, n. 104, alla quale è stata riconosciuta una percentuale di invalidità pari al 100 per cento, con necessità di assistenza continua in quanto non in grado di compiere gli atti quotidiani della vita, ai sensi di quanto previsto dalla tabella di cui al decreto del Ministro della Sanità 5 febbraio 1992, pubblicato nel supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 47 del 26 febbraio 1992;
B lavoratore o lavoratrice con figlio (compresi naturali/adottivi/in affido) convivente di età non superiore agli anni tredici (vedi punteggi come di seguito determinati);
C motivi di salute del/della richiedente certificati da struttura pubblica (escluso il medico di base);
D assistenza a genitore o coniuge/convivente more uxorio del dipendente con patologia rientrante tra quelle previste dalla Legge 104/92, non previste alla precedente lettera A certificate da struttura pubblica (escluso il medico di base), e che comporti la necessità di assistenza;
E assistenza ad affine o coniuge o parente convivente del dipendente fino al 2° grado con problemi di salute, non previsti ai punti precedenti, certificati da struttura pubblica (escluso il medico di base) e che richiedano assistenza;
F assistenza a figli (compresi naturali/adottivi/in affido) tra 14 e 16 anni;
G motivi di studio determinati da frequenza di corsi regolari di istituto pubblico di istruzione parificato ovvero Università italiane o straniere ovvero frequenza a Master o corsi di specializzazione promossi dai predetti enti;
H altri motivi.

A parità di collocazione in graduatoria si farà riferimento alla data di presentazione della domanda.

Punteggi da assegnare alle richieste di cui al punto B
In base alle ragioni indicate al punto B, vengono assegnati i seguenti punteggi:
Per ogni figlio di età:
da zero a tre anni: punti 11
da quattro a sei anni: punti 5
da sette a undici anni: punti 4
da dodici a tredici anni: punti 2
A parità di punteggio il genitore unico convivente con il minore avrà la precedenza. Il/la richiedente comunicherà tempestivamente all’Azienda ogni ragione che vada a modificare le motivazioni che hanno portato alla domanda.
In caso di trasferimento presso altra DC farà fede la data di presentazione della domanda.
In caso di trasferimento presso altra Società del gruppo, Unicredit Banca si impegna a comunicare a detta Azienda la data originaria di presentazione della domanda di part-time.
In caso di trasferimento da altra Società del Gruppo, Unicredit Banca si impegna a farsi comunicare la data di presentazione della eventuale domanda
di part-time.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su whatsapp
Torna su
Ho bisogno di informazioni relative a: PART TIME IN UNICREDIT BANCA: raggiunta l’intesa

Login