I 6 MOTIVI DEL PERCHE’ VOGLIAMO LA FUSIONE DEL FONDO

I 6 MOTIVI DEL PERCHE’ VOGLIAMO LA FUSIONE DEL FONDO

A TUTTI GLI ISCRITTI E LE ISCRITTE AL FONDO PENSIONI BIPOP CARIRE

A partire dal giorno 10 aprile, comparirà sul portale aziendale la “Comunicazione agli iscritti” da parte del Fondo Pensioni Bipop Carire relativa alprogetto di fusione con il Fondo pensione di Gruppo dell’Unicredit.

Tale progetto è stato ideato e voluto dal Consiglio di Amministrazione del Fondo Bipop Carire, Ivi compresi i rappresentanti dei lavoratori in seno allo stesso, a salvaguardia degli iscritti al Fondo, e condiviso dalle scriventi OO.SS..

Affinché il progetto diventi operativo E’ INDISPENSABILE IL TUO VOTO, a cui sarai chiamato nel prossimo periodo, in quanto lo Statuto del Fondo Bipop Carire prevede la necessità di raggiungere una percentuale molto alta, pari al 75% degli iscritti al Fondo.

Perché vogliamo la fusione, ovvero quali sono irischi se non la si ottenesse e le opportunità se la si riesce ad ottenere?

Le elenchiamo di seguito:

1) Il Fondo Bipop Carire sarebbe destinato a una più o meno lenta estinzione, in quantonon accoglie più iscrizioni (i neoassunti sono dipendenti Unicredit che si iscrivono al Fondo di Gruppo) a fronte delle uscite determinate da pensionamenti, esodi, dimissioni ecc..
Fatalmente i costi della struttura graverebbero su un numero sempre più esiguo di iscritti con un danno a carico delle prestazioni economiche di ognuno.
Un solo dato: dal 30/09/2007 al 31/03/2009 il Fondo è sceso da 3.351 a 2.768 iscritti.

2) Si avrebbero sempre più ridotte capacità di negoziare condizioni favorevoli con i gestori finanziari con ulteriori problematiche negative.

3) Il Fondo Bipop vanta un consistente credito d’imposta nei confronti del Fisco che, col patrimonio attuale, sarebbe recuperabile solo in tempi estremamente lunghi (in dipendenza dell’andamento dei mercati).
All’interno del patrimonio del Fondo di Gruppo invece tale credito sarebbe recuperabile in tempi molto più agevoli.

4) Nessun danno ne avrebbero gli iscritti al Fondo di Gruppo, il quale vedrebbe il suo patrimonio aumentato con ulteriore miglioramento della possibilità di negoziare i costi e le condizioni a favore di tutti gli iscritti.

5) Gli iscritti al Fondo Bipop Carire manterrebbero nel Fondo Di Gruppo le stesse qualifiche (vecchio/nuovo iscritto), gli stessi diritti, la stessa contribuzione
aziendale e le stesse prestazioni a fine servizio attualmente previste.

5) Gli iscritti al Fondo Bipop Carire manterrebbero nel Fondo Di Gruppo le stesse qualifiche (vecchio/nuovo iscritto), gli stessi diritti, la stessa contribuzione
aziendale e le stesse prestazioni a fine servizio attualmente previste.

6) La serie storica dei risultati economici del Fondo di Gruppo si presenta migliore di quella del Fondo Unicredit, a conferma di quanto sopra detto sulle opportunità
derivanti dalle economie di scala e di organizzazione raggiungibili in questo campo.

Per tutte le motivazioni sopra esposte,

– considerata la necessità di una percentuale di votanti di almeno il 75%;

– considerando che si tratta di un’operazione che, a nostro parere, crea le miglioriopportunità per tutti ed ancor più per gli iscritti al Fondo Bipop Carire, ti chiediamo di

==> VOTARE A FAVORE <==

Del progetto di fusione dei due Fondi Pensione, con la confluenza del Fondo Bipop Carire e di tutti i suoi iscritti nel Fondo di Gruppo.

La votazione si svolgerà per via elettronica, attraverso il portale aziendale, a partire dal giorno 30 aprile (in Assemblea Straordinaria in prima convocazione o, verosimilmente, dal
25 maggio al 5 giugno in seconda convocazione )con un meccanismo già ampiamente collaudato in Unicredit.

Milano, 8 aprile 2009

Le Segreterie di Coordinamento

Dircredito Fabi Fiba/Cisl Fisac/Cgil Silcea Sinfub Ugl Credito UilCa

UniCredit Group

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su whatsapp
Torna su
Ho bisogno di informazioni relative a: I 6 MOTIVI DEL PERCHE’ VOGLIAMO LA FUSIONE DEL FONDO

Login