vol. n. 2/09 Aggiornamento sulla riorganizzazione in U.C.C.B.

vol. n. 2/09 Aggiornamento sulla riorganizzazione in U.C.C.B.

Facciamo seguito al nostro comunicato n.1/09 per dare un aggiornamento sulla situazione relativa alla riorganizzazione aziendale denominata “SMID CORPORATE”, alla luce dell’incontro svoltosi in questi giorni con l’U.O. Relazioni Sindacali e Legale Lavoro e dei successivi sviluppi.

Innanzi tutto, precisiamo che la partenza del nuovo modello organizzativo, deliberato dal C.d.A. della banca il 20 febbraio scorso, è stato rimodulato rispetto ai tempi previsti e, pertanto, l’avvio probabile della riorganizzazione avverrà solo dopo il periodo pasquale, prevedibilmente, agli inizi di maggio.

Al riguardo, in considerazione della complessità del lavoro di revisione strutturale e di ridefinizione dei processi legati alla riorganizzazione, abbiamo concordato con i Rappresentanti aziendali che la procedura di cui all’art 15 del CCNL resti “aperta ed in svolgimento” fino a quando non saranno chiariti tutti gli aspetti legati al nuovo modello di servizio della banca ed alle sue ricadute – in termini sociali, professionali ed e economici – nei confronti dei lavoratori e delle lavoratrici.

Abbiamo apprezzato che, dopo l’informativa ufficiale fatta dall’Azienda alle OO.SS. il 24 febbraio scorso, il Direttore Generale abbia prontamente intrattenuto in web-conference i vari responsabili di struttura, ripercorrendo le informazioni già fornite al sindacato, e dando assicurazioni non solo in termini di mantenimento occupazionale ed inesistenza di fenomeni di mobilità territoriale ma anche di una realizzazione pratica che non sia a tappe forzate e che presti la dovuta attenzione alle problematiche dei colleghi/e.

Dall’interlocuzione avuta con i referenti aziendali emerge che, rispetto al nuovo modello distributivo deliberato, vi sono ancora una serie di problemi da risolvere, relativi alle strutture, ai ruoli, all’individuazione delle persone ed alle questioni logistiche.

LA SITUAZIONE E’, QUINDI, ABBASTANZA FLUIDA E SUSCETTIBILE DI ULTERIORI SVILUPPI.

Peraltro, confidiamo nell’impegno della Direzione, ribadito più volte dallo stesso Capo del Personale, di tenerci costantemente aggiornati e di confrontarsi in modo trasparente rispetto a tutta la fase realizzativa del progetto, in considerazione dell’impatto che lo stesso comporterà sull’intera compagine aziendale.

Al riguardo, abbiamo sottolineato l’esigenza di sviluppare puntualmente l’informativa di dettaglio, sia quella di tipo strutturale che relativa alla gestione delle ricadute del nuovo assetto sulle condizioni professionali del personale.

Inoltre, abbiamo puntualizzato l’esigenza di rivisitare tutti quegli aspetti del Contratto Integrativo Aziendale e della Procedura Quadri Direttivi che, alla luce di tale riorganizzazione, necessitano di opportuni adeguamenti, sia dal punto di vista degli inquadramenti minimi contrattuali che da quello dei percorsi di sviluppo professionale, partendo dalla fase iniziale.

L’appuntamento già fissato fra le parti per giovedì 26 c.m., nel corso del quale ci dovevano essere forniti ulteriori elementi di dettaglio sulla riorganizzazione, è stato rinviato a data da destinarsi.

Sarà nostra cura tenere prontamente aggiornata la categoria sugli sviluppi “ufficiali” delle informative e delle consultazioni.

Le Segreterie di Coordinamento UCCB
Dircredito Fabi Fiba/Cisl Fisac/Cgil Sinfub Ugl Uilca

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su whatsapp
Torna su
Ho bisogno di informazioni relative a: vol. n. 2/09 Aggiornamento sulla riorganizzazione in U.C.C.B.

Login