Piani di assistenza UNI.C.A. 2009-2011: raffronti

Piani di assistenza UNI.C.A. 2009-2011: raffronti

La copertura detta “Nuova Standard” è quella che spetta di default, senza alcun onere a carico dei lavoratori e lavoratrici, alle aree professionali e ai QD1 e QD2.
La copertura integrativa chiamata “Opzione Plus” spetta di default, senza alcun onere a carico dei lavoratori e lavoratrici, ai QD3 e QD4.
Qualora aree professionali e ai QD1 e QD2 intendano aderire a tale copertura aggiuntiva, dovranno pagare un’integrazione pari ad euro 250.

=> Cosa offre in più la Opzione Plus:

-> eliminazione della franchigia per
visite specialistiche
diagnostica ordinaria e alta diagnostica

-> diagnosi comparativa (valutazione diagnostica da parte dei maggiori specialisti a livello mondiale)
-> lenti a contatto e occhiali (montatura compresa): rimborso a seguito variazione di visus con un massimale di 300 euro per nucleo familiare/anno e 120 per persona/anno

Tutti i lavoratori e le lavoratrici, che lo ritengano opportuno e confacente alle proprie esigenze, possono aderire alla copertura detta “
Nuova Extra” (di default destinata ai Dirigenti) pagando la differenza (rispettivamente di euro 650 per le aree professionali e i QD1 e QD2 ed euro 400 per i QD3 e QD4).

=> Cosa offre in più la Nuova Extra:

-> copertura spese per accompagnatore, pari a 80 euro al giorno, in caso di ricovero (con o senza intervento) per un massimale di 90 giorni per anno/nucleo familiare; in caso di grande intervento 180 euro. Si tratta di un incremento di copertura in quanto anche la polizza detta Nuova Standard prevede tale copertura accompagnatore ma con un importo di 60 euro al giorno per un massimo di 60 giorni anno/ nucleo.

-> Ricoveri
Massimali di rimborso più alti per i ricoveri con o senza intervento: 500.000 euro per anno/nucleo, in luogo dei 350 euro previsti dalla Nuova Standard per i ricoveri con intervento e i 150.000 per i ricoveri senza intervento, i 300.000 per i ricoveri con grande intervento.
Nessuna franchigia in caso di ricoveri in strutture convenzionate ( la Rete), con o senza intervento, anche in Day Hospital , in luogo dei 350 euro previsti dalla Nuova Standard, È bene specificare che per i Grandi Interventi anche la Nuova Standard non prevede franchigia in Rete.
Nessuna franchigia in caso di intervento chirurgico ambulatoriale in Rete in luogo dei 250 euro previsti dalla Nuova Standard.
Nessuna franchigia in caso di intervento chirurgico odontoiatrico in Rete(previsto dalla polizza per alcune gravi patologie), in luogo dei 350 euro previsti dalla Nuova Standard.
Diaria sostitutiva per ricoveri a totale carico del Servizio Sanitario Nazionale: 100 euro al giorno, 50 euro al giorno per il Day Hospital, 120 euro al giorno per i Grandi Interventi in luogo di quanto previsto dalla Nuova Standard, rispettivamente 80, 40, 100 euro.

-> Correzione Miopia

Massimale pari a 500.000 euro per nucleo familiare/anno, in luogo dei 150.000 euro previsti dalla Nuova Standard.
Nessuna franchigia in Rete in luogo dei 350 euro previsti dalla Nuova Standard.

-> Area specialistica

Nessuna franchigia in Rete per la Diagnostica ordinaria, l’alta diagnostica e le visite specialistiche, in luogo dei 20 euro per fattura previsti dalla Nuova Standard per il 2009-2010 e dei 30 euro previsto per il 2011.
Massimale per le prestazioni di alta specializzazione pari a 7.500 per nucleo e per anno, in luogo dei 5.000 euro previsti dalla Nuova Standard.
Massimale per la diagnostica ordinaria pari a 5.500 euro per nucleo/anno (compreso in quello previsto per le visite specialistiche) in luogo dei 3.000 euro previsti dalla Nuova Standard.
Cure oncologiche: massimale pari a euro 12.000 per nucleo/anno in luogo degli 8.000 euro previsti dalla Nuova Standard.
Diagnosi comparativa (valutazione diagnostica da parte dei maggiori specialisti a livello mondiale).
Massimale per Fisioterapia (a seguito infortunio) pari a euro 5.500 (compreso in quello previsto per le visite specialistiche) in luogo dei 700 euro previsti dalla Nuova Standard.
Psicoterapia (non prevista dalla Nuova Standard) per un massimale di 1.000 euro, con una franchigia, sia in rete che fuori, pari al 50% del costo sostenuto.
Agopuntura (non prevista dalla Nuova Standard e neppure dalla copertura aggiuntiva Plus) per un massimale di euro 5.500 (compreso in quello previsto per le visite specialistiche), con una franchigia del 20%, minimo 40 euro per fattura.
Spese mediche pediatriche (non prevista dalla Nuova Standard e neppure dalla copertura aggiuntiva Plus) , con un massimale di 1.500 euro per nucleo/anno e 500 euro pro-capite/anno. Franchigia del 30%.
Cure dentarie (con esclusione delle ortodontiche (per intenderci :gli “apparecchi”) non prevista dalla Nuova Standard e neppure dalla copertura aggiuntiva Plus, con un massimale di 300 euro per nucleo/anno (compreso in quello di euro 1.500 previsto per le visite pediatriche).Franchigia pari al 35%.
Cure dentarie da infortunio: massimale di 7.000 euro per nucleo/anno in luogo del massimale di 4.000 euro previsto dalla Nuova Standard.
Protesi: estensione a presidi che non sono propriamente protesi e che non sono coperte dalla Nuova Standard.

-> Lenti e occhiali
lenti a contatto e occhiali (montatura compresa): rimborso a seguito variazione di visus con un massimale di 400 euro per nucleo /anno e 150 per persona/anno, in luogo del massimale di 300 euro per nucleo/anno e 120 per persona/anno previsto dalla Nuova Standard.


-> Trasporto sanitario
Massimale di 3.000 euro per ambulanza in Italia e tutti i mezzi per l’estero, in luogo di 2.000 euro previsto dalla Nuova Standard.

-> Ospedalizzazione Domiciliare successiva a grandi interventi.
Massimale di 15.000 euro per nucleo/anno da comprendere in quello previsto per i ricoveri. Nessuna franchigia in Rete; fuori Rete franchigia 10%, minimo 1.200 euro. Durata massima 50 giorni per ricovero.

=> Piani sanitari aggiuntivi riservate ai colleghi e colleghe provenienti dal Gruppo Capitalia:

l’adesione ad una di queste opzioni aggiuntive include in copertura, oltre al titolare dell’assistenza, il nucleo familiare già inserito nel piano sanitario principale prescelto (coniuge o convivente e figli).


-> Principali previsioni delle coperture aggiuntive “Base” e “Dirigenti” ex Capitalia ( che va declinata nelle 3 diverse opzioni)

Ricoveri: massimale di 300.000 euro per i ricoveri e di 600.000 euro per i Grandi interventi.
Previsione rimborsi per visite pediatriche di routine entro il 3’ anno, non specialistiche, omeopatiche, osteopatiche, copertura medicinali non mutuabili.
Cure dentarie, estrazioni, protesi dentarie, cura del paradonto (patologie gengivali)
Cure dell’infertilità maschile e femminile.
Indennità da evento criminoso.

=> Coperture opzionale a pagamento “CURE DENTARIE” riservata ai colleghi UniCredito “vecchio perimetro


Si tratta della riproposizione della copertura prevista l’anno scorso, con una validità , come tute le altre coperture, sino al 2011: ricordiamo che a fronte del pagamento di un premio annuale di 650 euro per nucleo, prevede rimborsi per 1000 euro in Rete e 1000 euro fuori Rete.



Milano 31.12.2008

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su whatsapp
Torna su
Ho bisogno di informazioni relative a: Piani di assistenza UNI.C.A. 2009-2011: raffronti

Login