VOTAZIONE del 30 Aprile 2008 per l’approvazione del BILANCIO al 31.12.2007

VOTAZIONE del 30 Aprile 2008 per l’approvazione del BILANCIO al 31.12.2007

Tutte le lavoratrici e i lavoratori iscritti al Fondo Pensione di Gruppo sono chiamati ad esprimersi per approvare il Bilancio di esercizio chiuso al 31 dicembre 2007.

La votazione potrà essere espressa dal 28 al 30 aprile in prima convocazione e avverrà, come di consueto, tramite l’apposito gadget presente sul portale (Gestione Risorse>Agevolazioni>Votazioni Fondo Pensione di Gruppo).
Qualora non si raggiungesse il quorum statutariamente previsto si ripeterà in seconda convocazione il 23 maggio. Per i pensionati, invece, il voto avverrà per corrispondenza.

Sul SITO del FONDO (
www.fpunicredit.eu) e sul portale di Gruppo sono a disposizione il “comunicato stampa” del Consiglio di Amministrazione, su cui sono riportati i dati salienti della gestione, e la Relazione integrale del Consiglio con i resoconti analitici di Bilancio.

Nel 2007 si è conseguito un buon risultato economico con rendimenti netti del :

->
9,58 % per i vecchi iscritti (ante) che permetterà di incrementare le pensioni in essere dell’4,22 %, secondo quanto previsto dalle norme statutarie, a decorrere dal 1.1.2008; analogamente saranno incrementati i coefficienti utili per la determinazione delle pensioni future del personale attualmente in servizio;

->
5,55 % per i nuovi iscritti (post) che incrementerà il montante individuale accumulato e registra una differenza di + 2.45% rispetto alla rivalutazione del TFR (3,10%), qualora fosse stato mantenuto in azienda. Dal 1998, anno di avvio della sezione, al 2007, il rendimento cumulativo del Fondo è stato del 66,40% mentre quello cumulativo del TFR del 32,8% (superiore di più del doppio).

->
4,18 % per il comparto assicurativo ex Locat e 3,96 % per il comparto assicurativo generale
La leggera differenza fra i due rendimenti è dovuta alle diverse tipologie di garanzie comprese e dai diversi caricamenti.
Giova ricordare che in questi comparti è confluito il TFR dei colleghi che non hanno dato a suo tempo istruzioni (cosiddetto conferimento tacito) e di coloro che hanno espressamente fatto questa scelta.

La differenza di rendimento fra vecchi e nuovi iscritti è riconducibile:
Al diverso trattamento fiscale. Giova ricordare che i rendimenti tassati per gli iscritti post genereranno prestazioni future esenti da imposte;
Al maggior rendimento della componente immobiliare a seguito delle plusvalenze conseguenti alle rivalutazioni dei singoli immobili in base alle perizie effettuate da due società esterne. Inoltre bisogna tenere conto del diverso peso che gli immobili hanno sul patrimonio complessivo delle due sezioni ( 51% per gli ante e 35% per i post);
Alla diversa incidenza dell’ammontare dei versamenti in rapporto al capitale in gestione.

SCOMPOSIZIONE RENDIMENTI (calcolati sui saldi medi dei patrimoni)

-> ISCRITTI ANTE: GESTIONE IMMOBILI +1,63 PLUSVALENZE IMMOBILI +5,34 GESTIONE FINANZIARIA +2,56 ALTRI PROVENTI/ONERI +0,05 GESTIONE AMMINISTRATIVA —– IMPOSTA SOSTITUTIVA —– TOTALE +9,58


-> ISCRITTI POST: GESTIONE IMMOBILI +1,27 PLUSVALENZE IMMOBILI +2,16 GESTIONE FINANZIARIA +3,78 LTRI PROVENTI/ONERI +0,14 GESTIONE AMMINISTRATIVA -0,15 IMPOSTA SOSTITUTIVA -0,65 TOTALE +5,55


-> DIFFERENZE: GESTIONE IMMOBILI +0,36 PLUSVALENZE IMMOBILI +3,19 GESTIONE FINANZIARIA -0,22 LTRI PROVENTI/ONERI -0,09 GESTIONE AMMINISTRATIVA +0,15 IMPOSTA SOSTITUTIVA +0,65 TOTALE +4,03

Nel bilancio vengono fornite ulteriori specifiche e dettagliate argomentazioni (alle quali per brevità rinviamo) sulla differenza di rendimento tra vecchi e nuovi iscritti.



Al reddito complessivo, che anche nel 2007 si colloca tra i più elevati del sistema (la media dei rendimenti che la COVIP ha rilevato tra i maggiori fondi è dell’1,4% per i negoziali monocomparto, del 2,1% dei negoziali multicomparto e del – 0,6% per i fondi aperti), hanno contribuito gli immobili con un rendimento del 13,7% ( 3,8% da affitti e 9,9% da plusvalenze) e i titoli con un rendimento medio del 3,76%

Alla luce di questi risultati esprimiamo il nostro apprezzamento sia sulla gestione che permette di incrementare in modo significativo le pensioni che sulla bontà del patrimonio complessivo del Fondo (1.670 milioni di euro) in grado di garantire a tutti le prestazioni in futuro.

***********************************************
In considerazione di tali valutazioni e dei risultati conseguiti
invitiamo tutte le iscritte e tutti gli iscritti
ad APPROVARE
il bilancio al 31 dicembre 2007.
***********************************************

Nel corso di un incontro con i nostri rappresentanti eletti nel Fondo abbiamo approfondito anche alcuni aspetti istituzionali di rilevante importanza già realizzati quali l’introduzione del multicomparto e la possibilità di effettuare versamenti volontari aggiuntivi. Due questioni ritenute fondamentali dalle scriventi OO.SS. per rispondere alle diversificate esigenze di tutte le colleghe e colleghi.

Auspichiamo che, quanto prima, venga data la concreta possibilità agli iscritti di poter aprire posizioni previdenziali a favore di familiari fiscalmente a carico.

Infine abbiamo sollecitato affinché il sito del Fondo venga costantemente migliorato con continui aggiornamenti e dotato di tutte le informazioni e modulistiche necessarie a fornire agli iscritti una partecipazione consapevole ed esaustiva.

Le Segreterie di Gruppo Unicredito Italiano
DIRCREDITO – FABI – FALCRI -FIBA/CISL – FISAC/CGIL –SILCEA – SINFUB – UGL/CREDITO – UILCA


Milano,15 aprile 2008

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su whatsapp
Torna su
Ho bisogno di informazioni relative a: VOTAZIONE del 30 Aprile 2008 per l’approvazione del BILANCIO al 31.12.2007

Login