Le Assemblee parlano di disagio e preoccupazione…

Le Assemblee parlano di disagio e preoccupazione…

Venerdì 14 Dicembre è stato firmato l’Articolato del Contratto Integrativo Aziendale.
Un’importante tappa nel percorso quotidiano di tutela dei colleghi di questa Azienda: il primo Contratto Integrativo nella storia di UniCredit Banca ed uno strumento che da certezze normative e retributive a Lavoratori e Lavoratrici.
Ciò è stato possibile perché le numerosissime Assemblee tenutesi in tutto il Paese ci hanno consegnato un giudizio ampiamente positivo sull’intesa raggiunta: l’87,5% dei votanti ha infatti approvato l’intesa raggiunta, un risultato che si avvicina in maniera significativa al consenso registrato dalla Piattaforma presentata nel mese di Gennaio.
Dalle Assemblee, che per numero ed articolazione ci hanno restituito un preciso quadro della situazione aziendale, non è emerso solo tale consenso: hanno invece predominato disagio per le condizioni di lavoro in cui quotidianamente si opera e preoccupazione per le prospettive che si intravedono per il 2008.
Alle più volte denunciate carenze di organico, che hanno già portato quest’estate anche a inopinate chiusure temporanee di alcuni sportelli, si stanno per aggiungere infatti le 324 uscite al Fondo di Sostegno al Reddito, i 79 pensionamenti incentivati e una parte dei 200 ulteriori pensionamenti che, a livello di Gruppo, sono previsti a completamento del Piano industriale 2005 – 2007.
Una situazione che rischia di divenire insostenibile, anche alla luce delle difficoltà operative ipotizzabili dai processi di migrazione informatica, e che non può esser certamente risolta con i distacchi di colleghi provenienti da Banca di Roma – Banco di Sicilia – BiPop, laddove oltretutto si sa esserci analoghe mancanze di personale.
Proprio per questi motivi abbiamo chiesto l’apertura di un confronto sulle politiche occupazionali per l’anno prossimo, da avviare alla presenza dell’Amministratore Delegato e del Capo del Personale di questa Azienda.
Poiché è ormai probabile che l’incontro richiesto venga fissato nelle prime settimane di Gennaio, abbiamo comunque concordato di svolgere, con la partecipazione del Sig. Ciri, un incontro di approfondimento della materia e di ricognizione della situazione in cui versa la Rete, occasione in cui ribadiremo la nostra analisi, supportata peraltro dall’avvio di momenti vertenziali in alcuni grandi realtà (Napoli, Roma, Torino, Veneto) e la nostra richiesta di una politica mirata di assunzioni, a cominciare dalla conferma dei cd stagionali assunti la scorsa estate.
Nel contempo stiamo incalzando la DG a fornire in tempi ormai stretti le risposte alle pesanti problematiche che la normativa emanata in Settembre sul caricamento degli ATM ha sollevato, creando ulteriori disagi, crescente lavoro straordinario e mancato rispetto della normativa contrattuale sull’intervallo di lavoro: l’Azienda si è impegnata a rivedere l’intera normativa e ad informarci di quanto sta elaborando in materia.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su whatsapp
Torna su
Ho bisogno di informazioni relative a: Le Assemblee parlano di disagio e preoccupazione…

Login