LAVORATORI: SOLO UN DETTAGLIO (RETAIL)?!?!?

LAVORATORI: SOLO UN DETTAGLIO (RETAIL)?!?!?

Nei giorni scorsi l’Azienda ha comunicato alle RSA di Upa Cologno/Milano e successivamente ai Lavoratori interessati, che le attività di Trade Finance, Correspondent Banking e Incassi Elettronici di Portafoglio verranno trasferite al Polo di Bucarest di UPA Romania, mentre le attività di Indagini Penali e Accertamenti Fiscali verranno trasferite al Polo di Roma di Capitalia Informatica per un totale di circa 150 Lavoratori occupati. I tempi indicati per l’operazione sono compresi tra fine anno 2007 e primavera 2008.

Su questa complessa situazione, che comporta una pesante riconversione dei Lavoratori e che sta creando un clima di crescente tensione e rabbia, siamo intervenuti ripetutamente richiedendo con forza all’Ufficio del Personale di farsi carico della gestione complessiva di questa delicata fase, ulteriormente complicata da inopportune comunicazioni effettuate ai Lavoratori con toni perentori e allarmistici da parte di responsabili della Produzione.
Nell’ambito di un ulteriore incontro, tenutosi il 15 ottobre, la Direzione ci ha comunicato che le possibilità di ricollocazione dei lavoratori coinvolti sono ristrette esclusivamente al cosiddetto “Mondo Retail” ( UniCredit Banca, UniCredit Banca per la Casa, Clarima).
Ci è stato inoltre comunicato che i Lavoratori sarebbero stati intrattenuti sull’argomento, direttamente dal Capo del Personale, attraverso delle specifiche riunioni tenute negli uffici interessati, ad ogni Lavoratore sarebbe poi pervenuto un questionario per conoscerne gli orientamenti in vista di una futura collocazione.

Abbiamo fortemente contestato tale impostazione aziendale ribadendo più volte le seguenti considerazioni che sono state da noi immediatamente portate a conoscenza dei referenti Sindacali di Gruppo e delle Segreterie Sindacali Nazionali di riferimento:

– riteniamo necessario conoscere preventivamente il futuro dimensionamento e le attività che si continueranno a svolgere nel Polo di Cologno/Milano; questo dato risulta essenziale per conoscere le possibilità di ricollocazione all’interno di UPA;
– riteniamo ingiustificata e prematura questa iniziativa in quanto anticipa i tempi delle verifiche rispetto alle adesioni, a livello di Gruppo, ai piani di esodo incentivato e alle conseguenti eventuali possibilità di ricollocazione in altre Aziende del Gruppo al di fuori del “Mondo Retail”.
Abbiamo ribadito all’Azienda che ai Lavoratori, ai quali viene sottratto il lavoro e che sono sottoposti all’ennesima forzata riconversione, deve essere data la possibilità di scegliere con tranquillità la propria ricollocazione nell’ambito di TUTTE le Aziende del Gruppo.
– abbiamo duramente contestato all’Azienda il contemporaneo ed ulteriore trasferimento di attività presso il Polo UPA di Bucarest che ha aumentato pesantemente il problema della riconversione dei Lavoratori.

Invitiamo i Lavoratori di tutti i Poli di UPA a considerare con grande attenzione la gravità delle problematiche che oggi stanno investendo il Polo di Cologno/Milano e che potrebbero coinvolgere in futuro altre realtà di UPA.

Erano ben altri gli scenari illustrati dall’Azienda nei vari road-shows e nelle video-conferenze rivolte ai Lavoratori; purtroppo oggi, amaramente, dobbiamo registrare nella comunicazione aziendale una radicale inversione di rotta!

Ribadiamo l’invito ai Lavoratori, già formulato nel volantino del 9 ottobre, a non prendere decisioni affrettate influenzate dall’emotività e dalla tensione dettata dalla gravità della situazione e a segnalarci tempestivamente ogni eventuale pressione aziendale.

Seguiremo con la massima attenzione l’evolversi della situazione e misureremo le risposte dell’Azienda alle nostre richieste valutando le iniziative da mettere in campo per supportare le nostre istanze.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su whatsapp
Torna su
Ho bisogno di informazioni relative a: LAVORATORI: SOLO UN DETTAGLIO (RETAIL)?!?!?

Login