Cassa Mutua di Gruppo: avvio difficile e problemi da risolvere

Cassa Mutua di Gruppo: avvio difficile e problemi da risolvere


Si è svolto nei giorni scorsi un incontro fra la commissione tecnica di UNI.C.A., con la presenza del Presidente e del Direttore, e Assirecre la Società che si occupa, per la Cassa, della parte gestionale per quanto riguarda l’utilizzo della Rete (prenotazioni, liquidazioni ecc).

L’incontro è stato da noi chiesto per verificare la funzionalità delle procedure necessarie per poter usufruire delle prestazioni previste dalle polizze attraverso Unica, vista la presenza dei gravi problemi di funzionamento che hanno purtroppo caratterizzato l’avvio della nuova operatività, creando ai colleghi/e notevoli disagi che ancora oggi non sono stati superati.

Abbiamo, pertanto, rappresentato con forza le difficoltà di avvio verificatesi e i disagi che hanno sopportato le colleghe e i colleghi, prima fra tutte la difficoltà di accesso alle linee telefoniche attraverso il numero verde che ha causato problemi a catena e disservizi pesanti.

Per quanto riguarda le linee telefoniche, Assirecre ha spiegato che i problemi sono stati causati dalle inadempienze delle due società telefoniche che gestiscono le linee medesime e che non hanno rispettato gli impegni presi in precedenza. Tali problemi, tuttavia, sarebbero già in via di soluzione con l’attivazione di otto linee telefoniche, oltre al numero diretto di Assirecre al quale si può tuttora accedere.

Nel frattempo è stato predisposto ed integrato il portale dedicato ad UNICA, per il quale è stato richiesto un ampliamento della banda di accesso superiore a quella attuale. Ciò permetterà, a breve, una possibilità di accesso al portale dieci volte superiore a quella attuale.

Pur tenendo presente quanto evidenziatoci a proposito delle linee telefoniche, abbiamo chiesto che funzionamento del centralino sia migliorato con l’inserimento di una modalità di smistamento delle telefonate in base alle esigenze, un messaggio per le telefonate fuori orario, l’introduzione di un comunicazione in caso di attesa e l’estensione dell’orario del call center.

Per quanto riguarda la Rete delle strutture convenzionate, che conta attualmente 161 Case di Cura per ricoveri, molte delle quali forniscono anche la possibilità di usufruire di prestazioni di tipo diagnostico, ci è stato riferito che altre 40 convenzioni saranno perfezionate nei prossimi giorni.
Un analogo discorso vale per i centri diagnostici già convenzionati, che sono attualmente 188 ed ai quali se ne aggiungeranno altri 23, il cui convenzionamento si sta perfezionando.

La commissione di UNI.C.A. ha fatto presente la necessità che il numero di strutture sia ampio e qualificato, tale da garantire UNA copertura adeguata alle necessità su tutto il territorio nazionale.

Assirecre ha assicurato che sono in corso contatti con molte altre strutture al fine di coprire in modo idoneo le esigenze da noi prospettate; per tale motivo, come OO.SS, impegniamo le nostre RSA a segnalarci richieste di ampliamento della Rete che vengono dalle colleghe e dai colleghi.

Per quanto riguarda le modalità di adesione ad UNICA e la scelta della tipologia di prestazione, è già operativa la possibilità di adesione attraverso il portale che dovrà avvenire entro il 2 febbraio.
Per i pensionati, invece, sono stati spediti, a cura di Unica, i moduli di adesione e il materiale esplicativo in forma cartacea in modo da consentire ai pensionati/e di scegliere la loro forma di adesione con le consuete modalità. Inoltre, sarà attivato per loro un indirizzo internet (www.cassaunica.it) al quale i colleghi/e in quiescenza potranno accedere dalla loro abitazione.

Oggi abbiamo chiesto all’Azienda lo slittamento della data ultima per le adesioni sia per le/i dipendenti sia per le/i pensionati.

In attesa della conclusione della procedura di adesione, coloro che avranno bisogno di utilizzare le prestazioni dovranno inviare un fax al numero indicato sul portale nel quale, oltre alla richiesta della prestazione, occorrerà indicare la scelta della copertura sanitaria alla quale si aderisce.
Questa modalità è necessaria per evitare contenziosi, verificatisi negli anni scorsi, dovuti allo scostamento fra le prestazioni richieste e la polizza poi sottoscritta.

Dal momento in cui sarà completata la fase delle adesioni i colleghi/e dovranno attenersi alle modalità precisate sul portale che, per quanto riguarda i ricoveri, prevederanno sempre l’invio del fax, mentre, in caso di prestazioni diagnostiche, si potranno limitare ad un preavviso telefonico; è bene comunque sapere che la modalità più sicura è quella dell’invio del fax.
A questi mezzi si affiancherà inoltre, su nostra richiesta, la possibilità di utilizzo anche della posta elettronica.

Invitiamo le colleghe ed i colleghi a leggere attentamente le istruzioni che saranno presenti di volta in volta sul portale di UNI.C.A., per evitare, per quanto possibile, di occupare a lungo le linee telefoniche con chiamate al numero verde di sola informazione.

Il 5 Febbraio prossimo ci sarà una riunione del Consiglio di Amministrazione di UNI.C.A. al quale parteciperà, su nostra richiesta, ASSIRECRE, per poter verificare e aggiornare la situazione.

Restiamo, pertanto, impegnati, insieme a tutte le RSA, a monitorare con attenzione la situazione nelle prossime settimane, per verificare costantemente la funzionalità e la messa in pratica delle soluzioni fin qui individuate.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su whatsapp
Torna su
Ho bisogno di informazioni relative a: Cassa Mutua di Gruppo: avvio difficile e problemi da risolvere

Login