Assistenza sanitaria integrativa: LA CASSA MUTUA DI GRUPPO E’ REALTA’

Assistenza sanitaria integrativa: LA CASSA MUTUA DI GRUPPO E’ REALTA’

E’ con notevole soddisfazione che le scriventi Organizzazioni Sindacali comunicano che nella serata di giovedì 15 Dicembre u.s hanno stipulato un accordo con l’Azienda per la costituzione della cassa mutua di Gruppo denominata “UNICA”.
Nello stesso incontro sono stati definiti e concordati il relativo Statuto e il Regolamento che sono alla base della nascita di una assistenza sanitaria integrativa di Gruppo.
Ora Statuto e Regolamento dovranno essere ratificati in un atto pubblico presso un notaio.
Con questo accordo vengono anche resi disponibili i 4 milioni di euro che queste OO.SS avevano ottenuto dall’Azienda all’inizio dell’anno, quale dotazione iniziale di UNICA.
La cassa mutua inizierà ad erogare le sue prestazioni dal 2007 ed il periodo intercorrente fino a quella data sarà utilizzato dalle parti per definire le migliori prestazioni possibili.
Perciò, per l’anno 2006, tutti i colleghi manterranno il tipo di prestazione presente attualmente (cassa mutua o polizza sanitaria).
UNICA prevede un consiglio di amministrazione paritetico con l’alternanza, nella carica di Presidente, di un rappresentante dell’Azienda e di un rappresentante dei lavoratori.
Per le decisioni importanti sarà necessaria la maggioranza qualificata dei 2/3.
Tutti i costi della gestione ordinaria saranno a carico dell’Azienda come pure il compenso previsto per il Direttore.
L’assistenza sanitaria integrativa, insieme alla previdenza aziendale, è uno dei pilastri fondamentali del cosiddetto “welfare di Gruppo” e rafforza la coesione sociale tra tutte le colleghe ed i colleghi. Con questo accordo si è data pratica attuazione alla previsione inserita nel Protocollo per le relazioni sindacali “S3” del 18.6.2002.
E’ stato un cammino lungo e difficile per la complessità delle situazioni presenti nelle varie aziende del Gruppo; nel prossimo anno occorrerà definire, a questo punto, i diversi livelli delle prestazioni in base ai contributi aziendali definiti negli accordi “S3” e agli eventuali contributi individuali.
Sindacato e Azienda dovranno misurarsi su questo ulteriore banco di prova per portare a compimento un’assistenza sanitaria integrativa capace di erogare prestazioni migliorative per tutti.

LE SEGRETERIE GRUPPO UNICREDITO
Milano, 19 Dicembre 2005

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su whatsapp
Torna su
Ho bisogno di informazioni relative a: Assistenza sanitaria integrativa: LA CASSA MUTUA DI GRUPPO E’ REALTA’

Login