I LAVORATORI DICONO NO ALLA VENDITA

I LAVORATORI DICONO NO ALLA VENDITA

Centinaia di Lavoratrici e Lavoratori hanno manifestato il loro forte dissenso rispetto alla volontà aziendale di vendere Banca Depositaria.

Durante la manifestazione, le Lavoratrici e i Lavoratori si sono radunati in Piazza Cordusio davanti ad UniCredit e hanno dato vita a una catena umana che ha abbracciato l’intero palazzo, volendo con ciò significare la volontà di rimanere uniti nel Gruppo.

Non è accettabile che il management da una parte tessa le lodi di tutti i colleghi, che hanno contribuito a fare di questo Gruppo il leader di settore a livello europeo, (dal messaggio del 27/10/05 dell’Amministratore Delegato: “…dovremo basarci sulle vostre qualità – quelle di ognuno di voi. Ci occorrerà il vostro coraggio e, nel risolvere i problemi ci serviranno la vostra competenza e il vostro entusiasmo.”) e contemporaneamente non si faccia alcuno scrupolo a venderli al miglior offerente.

I Lavoratori hanno sottolineato la contraddizione con un gesto simbolico e carico di significato: la restituzione alla Direzione di UPA di centinaia di buste contenenti la lettera di Rampl e Profumo in segno di protesta.

Le scriventi OO.SS. e i Lavoratori ritengono che l’azienda non possa non tenere conto di questa volontà, così fortemente espressa e chiedono con determinazione di essere ascoltati, di ripensare al progetto e trovare altre soluzioni. In caso contrario, daremo corso a ulteriori iniziative di mobilitazione.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su whatsapp
Torna su
Ho bisogno di informazioni relative a: I LAVORATORI DICONO NO ALLA VENDITA

Login