Incontro in Direzione Generale del 30 settembre 2005

Incontro in Direzione Generale del 30 settembre 2005

Venerdì 30 settembre le OO.SS. aziendali sono state convocate dall’azienda che ha fornito una serie di informative.

NUOVO MODELLO DI RELAZIONE CON IL CLIENTE
L’iniziativa riguarda il mondo Personal Banking, che se da un lato presenta un trend di crescita nei volumi delle AFI, registra al contrario un dato non positivo relativamente alle quote di mercato, con incrementi inferiori alla media di sistema.
Lo scopo del progetto è quello di incrementare la conoscenza dei bisogni del cliente, anche avvalendosi delle analisi che l’unità di Customer Satisfaction, recentemente costituita in Direzione Generale, svolgerà su aspettative e gradimento della clientela.
E’ previsto un primo colloquio con il cliente, da cui far emergere le sue necessità anche in rapporto alle aspettative, la cui finalizzazione dovrà tradursi in proposte di investimento. Verrà introdotta una nuova carta di credito First, gratuita ed appositamente pensata per il cliente personal. La fase di avvio interesserà 1-2 persone per mercato e 2 specialisti per Direzione Regionale.
Ancora con l’obiettivo di dare impulso alle AFI, l’azienda darà corso ad un piano formativo che coinvolgerà i consulenti personal, i consulenti privati imprenditori, gli sviluppatori AFI e i preposti agli sportelli leggeri, complessivamente 2.500 lavoratori.

SVILUPPO PROFESSIONALE
A breve la banca procederà ad una verifica del “potenziale” per alcune figure professionali, che costituirà un ulteriore elemento di valutazione utile per ricoprire futuri incarichi. La prova, più correttamente definita “assestment”, si svolge al computer (80 minuti circa di durata), e i colleghi interessati verranno chiamati o a Milano o a Bologna o presso le Direzioni Regionali.
I profili coinvolti, dopo i direttori di agenzia che lo hanno già svolto, sono quelli dei ROL, i consulenti piccole imprese, gli sviluppatori, i consulenti personal banking, i responsabili servizio clienti, i preposti agli sportelli leggeri, i consulenti privati imprenditori, per un totale di circa 5.900 lavoratori.
In quanto iniziativa che rientra nell’ambito dello sviluppo professionale, le OO.SS. hanno chiesto di inserire l’;argomento in un incontro apposito, ottenendo la disponibilità della banca.

ATM EVOLUTI
Entro l’anno verranno installate 146 nuove macchine, che si aggiungono alle 42 già attive, così distribuite: 12 in Lombardia, 26 al Sud, 22 nel Piemonte Nord/Valle Aosta, 20 nel Lazio, 8 nel Centro, 8 in Liguria, 14 in Emilia Est, 12 nel Triveneto Occidentale, 8 Triveneto Orientale, 8 nel Veneto Centrale, 8 in Emilia Ovest.

ROAD SHOW
L’Amministratore Delegato, il Direttore Generale e i Vice Direttori Personale, Commerciale Marketing e Organizzazione dal 3 ottobre avranno una serie di incontri nelle 11 Regioni Commerciali per ascoltare 20 addett fra AFP e ASC.

FILIALI EX BANCA DELL’UMBRIA IN ROMA
A partire dal 10 ottobre le 6 filiali dell’ex Banca dell’Umbria di Roma faranno parte della Direzione Regionale Lazio Sardegna Abruzzo.
.
VIDEOTERMINALISTA IN FILIALE
Al fine di verificare i tempi di adibizione dei lavoratori al videoterminale, finalizzato all’effettuazione delle visite oculistiche, sarà eseguito un monitoraggio di 2 ore nelle seguenti filiali: Torino Botero, Chatillon, Cuneo Giolitti, Arma di Taggia, Trieste Carducci, Venezia Marghera, Rovereto Rosmini, Bolzano Corso Italia, Pescara Circuito, Ancona Martiri, San Severo, Latina Don Bosco, Terni Aleardi e Carpi Manzoni.

ASSUNZIONI
Come certamente i colleghi ricorderanno, il recente CCNL 12 febbraio 2005 ha disciplinato la forma di apprendistato introdotta nel settore creditizio, in attuazione del DLgs 10 settembre 2003, n. 276, ossia “l’apprendistato professionalizzante”, che di fatto va considerato il legittimo erede del contratto di formazione e lavoro, non più utilizzabile.
La possibilità di inserimento di personale con il nuovo strumento richiede inoltre la realizzazione di una Convenzione con la Regione, che, per ora, è stata raggiunta solo in Emilia-Romagna e Lombardia.
In forza di quanto sopra, la banca ha dichiarato che la nuova tipologia di contratto diverrà la forma ordinaria di inserimento di personale in azienda, ovviamente se compatibile con la durata del contratto che, ricordiamo, è di quattro anni.
Già da lunedì 3 ottobre, 29 giovani, provenienti nella quasi totalità dai 126 stagionali, saranno così assunti, più esattamente 13 nella Direzione Regionale Emilia Ovest, 14 in Emilia Est, 2 in Lombardia. In tutte le altre regioni, non ancora allineate con la suddetta Convenzione, le eventuali assunzioni continueranno ad essere effettuate nelle forme consuete.
I profili individuati sono quelli di “addetto operativo” e “addetto commerciale”, a seconda delle esigenze emergenti nelle direzioni regionali.

SERVIZIO ESTERO
La banca ha dichiarato che l’
esperimento ha dato esito positivo nelle due realtà pilota (Napoli e Bologna) e che quindi completerà entro metà dicembre il progetto di riorganizzazione del servizio estero, che prevede la cessione ad UPA delle attività di 2° livello (bonifici in arrivo, pagamenti verso l’estero, informazioni, assegni scartati ed insoluti, cvs, solleciti conto attesa), mentre continueranno a funzionare in banca quelle di 1° livello (crediti documentari, portafoglio, fidejussioni, prestiti).

Le OO.SS. hanno sollevato dubbi sull’indagine di mercato denominata “Mistery Shopping” che consiste nel valutare direttamente, da parte di “finti clienti” il servizio offerto dalla rete.
Le perplessità del Sindacato si basano sul fatto che queste persone alla fine della loro rilevazione redigono un report che potrebbe – a nostro avviso – individuare l’operatore di sportello intervistato. La banca ha escluso con decisione tale rischio, affermando che i sedicenti clienti sono consulenti esterni, e che le relazioni inviate all’Azienda rimangono su di un piano generale ed hanno il solo obiettivo di dare suggerimenti per migliorare il servizio, senza riflessi sulla valutazione del personale interessato. Preso atto delle dichiarazione della Banca, le Organizzazioni Sindacali ritengono che si tratta di un aspetto molto delicato e seguiranno con attenzione l’iniziativa assunta dall’azienda.

CERTEZZA LEGALE
dopo la nostra ferma presa di posizione sull’argomento, la banca ha dichiarato che la prima fase si è conclusa in maniera brillante, in quanto sono pochissime le posizioni ancora da controllare e, pertanto, non si è resa necessaria la proroga dei tempi richiesta dal Sindacato. Inoltre, la nostra iniziativa (comunicato e lettera) ha indotto la Banca ad adottare il metodo della risposta scritta da parte del Polo Tecnico, anziché solo orale, a garanzia e tutela dei colleghi interessati.
Adesso comincia la seconda fase e sicuramente i problemi non sono finiti. Ci sembra che l’Azienda sottovaluti le difficoltà nelle quali operano i colleghi, stretti dalla operatività quotidiana per raggiungere gli obiettivi economici e gli aspetti amministrativi altrettanto delicati e importanti.
Le OO.SS incalzeranno l’Azienda su queste problematiche per evitare che vengano scaricate sui lavoratori inefficienze organizzative.



Bologna, 4 ottobre 2005 Le Segreterie

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su whatsapp
Torna su
Ho bisogno di informazioni relative a: Incontro in Direzione Generale del 30 settembre 2005

Login