FORMAZIONE: IL BILANCIO DEL 2004

FORMAZIONE: IL BILANCIO DEL 2004

Si è tenuto di recente presso il nuovo Centro di Formazione “le Frugose” di Verona un incontro riguardante il bilancio dell’attività formativa dell’anno 2004. Con l’occasione è stata visitata la nuova struttura.

Nel corso dell’incontro l’Azienda ha illustrato i dati riguardanti i corsi svolti lo scorso anno dai quali risulta che le ore di formazione erogate nel 2004 ammontano a 233.848 (38.277 nel 2003), di cui il 36% svolte in aula. E’ stato coinvolto il 96% degli addetti Ubi. 102 dei 198 neo assunti fra il 2003 e il 2004 hanno effettuato il ciclo formativo, per tutti gli altri dovrebbe completarsi entro la prossima primavera.

I dati forniti evidenziano l’impegno crescente rispetto al precedente anno da parte dell’Azienda su questo terreno, ma come abbiamo sostenuto e argomentato con forza, non tutta le tipologie formative brillano allo stesso modo. Ci riferiamo al capitolo Formazione Generale sulla quale abbiamo espresso le nostre decise perplessità. Ricordiamo che la Formazione Generale è la cosiddetta formazione contrattuale in quanto riviene dall’applicazione della normativa prevista dal CCNL che stabilisce l’obbligo per le aziende di un diritto minimo per tutti (24 ore annue obbligatorie da svolgersi durante l’orario di lavoro e, a scelta del lavoratore, di ulteriori 26 ore di cui 8 in orario di lavoro). Questa Formazione, aperta a tutti, avviene in base al Catalogo Generale ed è erogata alla Rete esclusivamente in forma di libri, CD, e on line (formazione a distanza). Ricordiamo anche che avevamo convenuto con la Banca di accorpare le ore formative del biennio 2003/2004.

Abbiamo infatti sottolineato come questa Formazione venga svolta poco e male. I colleghi molto spesso non hanno il tempo di staccarsi dall’operatività corrente e, quando ci provano per dedicarsi alla formazione, il proprio posto di lavoro risulta non idoneo per un tranquillo apprendimento. L’Azienda ha un approccio burocratico alla problematica, il suo impegno finisce alla consegna del materiale. Non risulta quindi presidiata organizzativamente la parte che riguarda l’effettiva verifica di fruizione e le condizioni che la determinano.



In virtù di queste considerazioni abbiamo richiesto:

1. l’informatizzazione dell’utilizzo delle ore formative durante l’orario di lavoro (sull’esempio banca ore chiediamo un codice che certifichi l’uso delle ore contrattualmente previste);

2. l’individuazione di locali o posti attrezzati, diversi dal rispettivo posto di lavoro, per svolgere la Formazione in maniera tranquilla e indisturbata (alcune filiali sono già fornite di Learning Point);

3. l’estensione e la previsione nel prossimo biennio (2005-2006) di almeno un corso d’aula settimanale per tutti;

4. l’individuazione di una commissione azienda-sindacato che abbia il compito di monitorare costantemente la materia formativa.

L’Azienda ha convenuto sulle richieste riguardanti i punti 2 e 3. Pur dichiarando interesse ritiene di dover approfondire il punto 4 e sul punto 1 si è detta disponibile ad attivare, tramite portale, una forma di richiamo e comunque a verificare la possibilità di informatizzare la fruizione formativa in orario di lavoro.

Torneremo sull’argomento Formazione in occasione della presentazione del piano formativo per il corrente anno.


Verona 11 marzo 2005



FALCRI FIBA-CISL FISAC-CGIL UILCA DIRCREDITO
Segreterie degli Organi di Coordinamento

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su whatsapp
Torna su
Ho bisogno di informazioni relative a: FORMAZIONE: IL BILANCIO DEL 2004

Login