SVILUPPATORI – CONSULENTE PRIVATI IMPRENDITORI E SPORTELLI LEGGERI RAGGIUNTO L’ACCORDO

SVILUPPATORI – CONSULENTE PRIVATI IMPRENDITORI E SPORTELLI LEGGERI RAGGIUNTO L’ACCORDO

Si è concluso positivamente ieri, 18 ottobre, il confronto con l’Azienda per regolamentare l’inquadramento per le tre nuove figure professionali Sviluppatori, Consulente Privati Imprenditore e Preposto agli Sportelli leggeri.
L’accordo va a sanare un vuoto normativo per le figure che, in quanto nuove, non erano regolamentate dal Contratto Integrativo; la normativa prevede un percorso professionale al termine del quale, si maturerà un avanzamento di carriera.
Qui di seguito riportiamo stralci dell’accordo per meglio chiarire il contenuto dello stesso.

SVILUPPATORE

Nel ruolo di Sviluppatore sono stati previsti 3 profili:

SVILUPPATORE
Ai lavoratori/lavoratrici addetti in via continuativa e prevalente all’attività di “sviluppatore è riconosciuto, dopo due anni e dopo quattro anni di adibizione a tali mansioni, rispettivamente il III ovvero il IV livello retributivo della III area professionale. Ai fini della maturazione del riconoscimento di cui al presente alinea si terrà conto dei periodi di adibizione alle mansioni di “assistente famiglie e privati”, “assistente piccole imprese”, “consulente piccole imprese”, “consulente personal banking”, ”consulente privati imprenditori”, fermo restando che gli interessati dovranno svolgere le mansioni di “sviluppatore” per almeno un anno per acquisire il IV livello retributivo della III area professionale.
NORMA TRANSITORIA
Nei confronti dei nominativi di provenienza ex Rolo, già adibiti a mansioni di addetto allo sviluppo e confermati nel ruolo di “sviluppatore” con l’avvio del progetto “ABC”, si terrà conto, ai fini della valorizzazione del “pregresso”, dell’adibizione alla mansione a far tempo dal 1^ gennaio 2003.

SVILUPPATORE SENIOR
Ai lavoratori/lavoratrici addetti in via continuativa e prevalente all’attività di “sviluppatore senior è riconosciuto, dopo due anni di adibizione a tali mansioni, il I livello retributivo della categoria dei quadri direttivi. Ai fini della maturazione del riconoscimento di cui al presente alinea si terrà conto del periodo di adibizione alle mansioni di “consulente piccole imprese”, “consulente personal banking”, “consulente privati imprenditori e “sviluppatore”, fermo restando che i nominativi che provengono dal ruolo di “consulente personal banking”, “consulente privati imprenditori” e “sviluppatore” dovranno svolgere le mansioni di “sviluppatore senior” per almeno un anno per acquisire il I livello retributivo della categoria dei quadri direttivi.
NORMA TRANSITORIA
Nei confronti dei nominativi di provenienza ex Rolo, già adibiti a mansioni di addetto allo sviluppo e confermati nel ruolo di “sviluppatore senior” con l’avvio del progetto “ABC”, si terrà conto, ai fini della valorizzazione del “pregresso”, dell’adibizione alla mansione a far tempo dal 1° gennaio 2003.
La decorrenza del relativo inquadramento non potrà risultare comunque antecedente al 1° marzo 2005.


SVILUPPATORE SENIOR COORDINATORE
Al lavoratore/lavoratrice incaricato di svolgere funzioni di coordinamento nell’ambito di un gruppo di sviluppatori è riconosciuto, dopo un anno di adibizione alla mansione, il II livello retributivo della categoria dei quadri direttivi.

CONSULENTE PRIVATI IMPRENDITORI
Al lavoratore/lavoratrice addetto in via continuativa e prevalente all’attività di consulente privati imprenditori è riconosciuto, dopo tre anni di adibizione a tale mansione, il I^ livello retributivo della categoria dei quadri direttivi. Ai fini della maturazione del riconoscimento si terrà conto dei periodi di adibizione alle mansioni di “consulente personal banking”, “consulente piccole imprese” nonché della metà del periodo di adibizione alle mansioni di “assistente famiglie e privati”, fermo restando che i nominativi che provengono dal suddetto ruolo dovranno svolgere le mansioni di “consulente privati imprenditori” per almeno due anni per acquisire il I^ livello retributivo della categoria dei quadri direttivi.

PREPOSTO SPORTELLO LEGGERO
Si definisce Sportello Leggero la filiale che presenta le seguenti caratteristiche:
Numero massimo di 4 addetti (compreso il Preposto)
Numero massimo di 1.500 Codici Anagrafici (NDG)
Distanza massima 20 km dalla Agenzia Capofila (intesa come Agenzia che coordina commercialmente lo/gli sportelli aggregati)
Facoltà creditizie inferiori a quelle conferite al Direttore dell’Agenzia Capofila
Al lavoratore/lavoratrice preposto ad uno “sportello leggero” è riconosciuto dopo sei mesi di adibizione alla mansione, il IV livello retributivo della III^ area professionale.
Qualora allo sportello leggero siano stabilmente addetti almeno due elementi (compreso il preposto) al medesimo è riconosciuto, dopo ulteriori sei mesi di adibizione alla mansione, il I^ livello retributivo della categoria dei quadri direttivi.
Resta fermo che per tutti i titolari delle altre Agenzie si applica la previsione del Contratto Integrativo che prevede l’inquadramento a Q.D. 2.
Precisiamo che l’inizio dei periodi che danno diritto al grado partirà dalla data dell’accordo.
DICHIARAZIONE DELL’AZIENDA
L’Azienda dichiara di dedicare particolare attenzione alle misure di sicurezza presso gli sportelli leggeri operanti con una risorsa.

Le OO.SS. scriventi ritengono che l’accordo costituisca una risposta positiva in termini d’inquadramento rispetto a tre ruoli di rilevante contenuto professionale, inquadramento sino ad oggi lasciato alla piena discrezionalità dell’Azienda.
Rispetto al Direttore dell’Agenzia Capofila, l’Azienda ha dichiarato che terrà in considerazione tale figura anche ai fini di un idoneo inquadramento professionale.
Tale figura, così come per altri profili professionali, che la normativa attuale non permette di trattare, sarà oggetto di confronto negoziale nel rinnovo del prossimo Contratto Integrativo Aziendale.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su whatsapp
Torna su
Ho bisogno di informazioni relative a: SVILUPPATORI – CONSULENTE PRIVATI IMPRENDITORI E SPORTELLI LEGGERI RAGGIUNTO L’ACCORDO

Login