LA PROCEDURA QUADRI DIRETTIVI SI E’ CHIUSA SENZA IL CONSENSO DELLE ORGANIZZAZIONI SINDACALI.

LA PROCEDURA QUADRI DIRETTIVI SI E’ CHIUSA SENZA IL CONSENSO DELLE ORGANIZZAZIONI SINDACALI.

LA PROCEDURA EX.ART.66 CCNL QUADRI DIRETTIVI III° – IV° LIVELLO SI E’ CHIUSA SENZA IL CONSENSO DELLE ORGANIZZAZIONI SINDACALI.

L’art.66 del CCNL prevede la possibilità di inquadrare nei suddetti livelli i nuovi profili professionali conseguenti a nuove attività o a cambiamenti di organizzazione. Ai fini del riconoscimento dell’inquadramento, il Contratto non prevede una vera e propria contrattazione, nel senso che l’Azienda, al termine della prevista procedura che segue all’informativa data alle OO.SS., può comunque dar corso alle proprie scelte.
La norma consente inoltre di individuare, per taluni ruoli di particolare responsabilità, a partire dal IV°livello i c:d: “Ruoli chiave”, cui corrisponde un trattamento economico aggiuntivo. Ricordiamo che tale incremento retributivo viene applicato dalla Banca sotto forma di indennità, con la voce (trattamento economico aziendale) quindi in caso di cambiamento di mansione per la quale non sia previsto tale emolumento, questo non viene più erogato. La Banca ha individuato 3 livelli di ruoli chiave, per i quali sono previste le seguenti indennità annue: € 2.000 per il ruolo chiave 1; € 5.000 per il ruolo chiave 2 e di € 9.000 per il ruolo chiave 3.
La Direzione Generale viene articolata in Unità Organizzative (U.O.) di fascia A e B e comparti di fascia A e B, i cui responsabili sono inseriti nella Dirigenza ovvero nei ruoli chiave.
I coordinatori dei Poli (NVC e MPP) e i responsabili MGR vengono inseriti nel IV° livello, così come gli “addetti senior”; al coordinatore Polo Legale spetta il III° livello.
Le Direzioni Regionali sono state classificate in un’unica fascia, dove è prevista la dirigenza per il Direttore Regionale, il Condirettore e il ROR. Ruolo chiave 1 per il coadiutore del ROR e per il coordinatore organizzazione direzione regionale, e il IV° livello base per il coordinatore incidente e controlli.
I mercati sono stati classificati su 3 fasce: AA, A e B, i cui responsabili sono rispettivamente Dirigente, Ruolo chiave 3 e Ruolo chiave 2.
Anche le Agenzie sono state classificate in AA (in numero di 63), A (586), B (764) e C (991). Ai direttori di agenzia AA è previsto il Ruolo chiave 1.
I direttori dei centri small businnes vengono inquadrati nel IV° livello base;
i consulenti small senior nel III° livello retributivo.

Anche se è positivo il fatto che al modello organizzativo della Banca corrisponde ora una serie di inquadramenti con un livello minimo di riconoscimento professionale, chiaro e noto a tutti, le OO.SS. hanno manifestato dissenso al disegno aziendale per l’insufficiente numero di figure che sono state prese in considerazione, in particolare, per la Direzione Generale e per le Direzioni Regionali, le OO.SS. hanno lamentato la mancanza di alcune figure specialistiche; la non previsione anche se non definitiva dei ROL; il mancato miglior riconoscimento per i centri small businnes ; e infine la non previsione di inquadramento per alcune figure dello sviluppo.
A fronte di questi rilievi, la Banca ha precisato che già l’applicazione della procedura comporterà, a partire da febbraio p.v. un numero di circa 240 promozioni, con assorbimento dell’eventuale ad personam ex accordo 18.6.2002. Inoltre, considerato l’assetto organizzativo in evoluzione e conseguente costante monitoraggio di nuove figure professionali., le scelte oggi operate dall’azienda non sono da considerare esaustive e il confronto con il Sindacato rimane aperto.

Le OO.SS rimangono comunque insoddisfatte, ed esprimono un giudizio negativo, in quanto ritengono che l’Azienda abbia utilizzato in misura insufficiente un importante strumento di riconoscimento di professionalità.
A breve termine si aprirà la trattativa, limitatamente alle nuove figure professionali, per il personale delle aree professionali e dei QD1 e QD2. L’evoluzione del sistema e il nuovo modello organizzativo richiedono un impegno ed una qualità della prestazione professionale sempre maggiore e più qualificata che dovrà essere riconosciuta. Su questo aspetto i lavoratori hanno maturato precise e giustificate aspettative che il Sindacato ha tradotto in una proposta concreta già presentata all’Azienda di cui vi abbiamo resi noti i contenuti in un precedente comunicato del 28.11.2003. Auspichiamo che la Banca sappia affrontare in tempi brevi il confronto con le OO.SS consapevole dell’importanza di trovare soluzioni condivise.

Al 31.12.2003 i Quadri Direttivi nella Banca rappresentavano il 35% del personale di Unicredit. Questo è soprattutto il frutto del lavoro negoziale del Sindacato Aziendale
Unicredit Banca è un’Azienda che sta facendo anche assunzioni e un’Azienda che cresce porta con se anche inquadramenti e valorizzazioni professionali maggiori.

La Banca ha avviato anche le procedure, previste dal Contratto, sul sistema incentivante per l’anno 2004 e sui criteri di valutazione. Rispetto alle ipotesi presentate dall’Azienda, la norma prevede che le OO.SS possano formulare osservazioni e proposte, che le stesse si sono riservate di presentare all’Azienda in un prossimo incontro che si terrà a breve termine e del cui esito vi terremo informati.

A conclusione delle tre giornate di incontri con la Banca, le OO.SS hanno sollevato il problema dei colleghi che hanno acquistato bond cirio, chiedendo che non siano a priori esclusi dalla possibilità di ricorrere alla commissione e quindi beneficiare dell’eventuale rimborso.
La Direzione Generale darà una risposta nei prossimi giorni

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su whatsapp
Torna su
Ho bisogno di informazioni relative a: LA PROCEDURA QUADRI DIRETTIVI SI E’ CHIUSA SENZA IL CONSENSO DELLE ORGANIZZAZIONI SINDACALI.

Login