PASSAGGI A Q.D.3./Q.D.4 E RUOLI CHIAVE, COME DA PROCEDURA EX ART.66

PASSAGGI A Q.D.3./Q.D.4 E RUOLI CHIAVE, COME DA PROCEDURA EX ART.66

Come noto, dal 21 novembre al 16 dicembre 2003, dopo tre incontri negoziali, le OO.SS. aziendali FALCRI FIBA/CISL FISAC/CGIL UILCA/UIL e la Direzione d’UniCredit Banca d’Impresa hanno effettuato la procedura contrattuale per definire le figure professionali cui assegnare un inquadramento minimo a Q.D.3 e Q.D.4 e per introdurre i “Ruoli Chiave” aziendali.
Da qualche tempo (ancor prima dell’estate) il Sindacato stava premendo affinché l’Azienda attivasse quest’importante fronte di “contrattazione debole”che il CCNL le affida.
Nella nostra circolare n.8 del 16.12.03 avevamo criticato i risultati di tale procedura oltre che per serie di contenuti di merito anche per il metodo di confronto instaurato, alquanto frettoloso.
Al riguardo gli interlocutori aziendali si erano giustificati rilevando che per poter attivare le tanto attese previsioni normative già dall’1.01.04 (come da noi richiesto) bisognava assolutamente chiudere il confronto il 16 dicembre!
Alla nostra precisa richiesta di informare la categoria della nuova disciplina contrattuale ex art.66 (con apposita circolare illustrativa rivolta a tutto il Personale) ci era stato risposto che l’Azienda avrebbe seguito le prassi esistenti in UniCredit (dando indicazioni ai R.O.R. per una corretta e puntuale gestione delle nuove previsioni) e che, in ogni modo, i passaggi sarebbero state attivati concretamente fin da gennaio 2004.
E’ quindi con profondo stupore (misto a qualcos’altro) che abbiamo rilevato come nei fogli-paga del mese di gennaio non si sia dato luogo a nessuna delle oltre 200 fra promozioni ed assegnazioni di Ruoli Chiave. A ciò si aggiunga che i destinatari della nuova disciplina, nella stragrande maggioranza, dei casi non stati neppure degnati di una seppur breve telefonata “anticipatoria”: PROPRIO IL VUOTO! (anche se proprio dalla recentissima indagine “Ascoltare per crescere insieme” è emersa una certa sensibilità dei dipendenti sia rispetto ai trattamenti economici che allo stile dei rapporti).
A questo punto ci viene un dubbio atroce…
Sappiamo che il sistema premiante aziendale è costituito dalle promozioni per inquadramento contrattuale e dai riconoscimenti per merito (promozioni e ad-personam).
L’applicazione degli inquadramenti a Q.D.1 e alla 3° Area 4° Livello conseguenti all’Accordo 20.01.03 (legato all’Intesa di fusione 18 giugno 2002) era stata ufficializzata dalla Direzione del Personale con la comunicazione n.20/03; per questo tipo di promozioni l’Azienda non ha mai informato personalmente i diretti interessati, che potevano verificare il passaggio solo controllando il foglio-paga (e, spesso e volentieri, come sindacato siamo dovuti intervenire per sollecitare il rispetto delle decorrenze a causa di dimenticanze e ritardi applicativi…).
In occasione, invece, dei risconoscimenti per merito, l’Azienda gestisce la cosa con cura ed attenzione ed in maniera più personalizzata, formalizzando con apposita lettera indirizzata all’interessato/a la promozione o l’ad-personam e specificandone sia la decorrenza che l’ammontare annuo.
Ebbene, al di là dell’inspiegabile e poco rispettoso ritardo che pare imputabile alla gran mole d’impegni dei R.O.R. (si vede che hanno altre priorità rispetto a siffatte urgenze contrattuali!), come avrà inteso considerare la Banca tali passaggi conseguenti alla procedura contrattuale ex art.66?
Arriveranno o no a questo “discreto” numero di Colleghi e Colleghe le lettere personalizzate di comunicazione della promozione o dell’assegnazione del “Ruolo Chiave”? E, se arriveranno, precederanno o no il foglio-paga che recepisce i nuovi trattamenti? (che, a questo punto, ci auguriamo sia proprio quello di febbraio 2004, con relativi arretrati da 1.01.04).

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su whatsapp
Torna su
Ho bisogno di informazioni relative a: PASSAGGI A Q.D.3./Q.D.4 E RUOLI CHIAVE, COME DA PROCEDURA EX ART.66

Login