Qualche ombra tra gli “effetti speciali”

Qualche ombra tra gli “effetti speciali”

Qualche ombra tra gli “effetti speciali………..”

Si è svolto oggi il programmato incontro tra le Delegazioni Sindacali e la Direzione del Personale.
In premessa è opportuno precisare che abbiamo accolto con soddisfazione la smentita, apparsa sul portale aziendale, relativa alla notizia, pubblicata su alcuni quotidiani, che configurava una “diaspora” del personale e delle procedure di USI verso il Polo di Verona.
E’ stata confermata la ricerca di un sito dove ubicare il “Bunker” per il DISASTER RECOVERY su Verona, da realizzarsi tra il 2004 e il 2006, se il progetto sarà approvato da Capogruppo.
La Direzione ha ribadito che le soluzioni già realizzate, ci collocano, in ogni modo, entro le direttive Europee dettate dal protocollo “Basilea2” che regola la “sicurezza dei dati”.
Si è riparlato del Questionario di Gruppo, già commentato in altri documenti, nonostante il Sindacato (a tutti i livelli) non sia stato coinvolto nella fase di studio.
Non avrebbe guastato una maggiore trasparenza nella gestione dei risultati che, al contrario, sono stati forniti già interpretati sia alle OO.SS. sia ai colleghi.
Sono slittate le attività informatiche previste per lo scorso Week-End (Banca dell’Umbria, Prova di Business Continuity), qualche legittima insofferenza è emersa tra quei colleghi che, con professionalità, da settimane ne preparavano la realizzazione.
Sono state avviate in Capogruppo le procedure di scorporo, che riguardano rami d’azienda di Società del Gruppo o di recente acquisizione.
Da CLARIMA, ABBEY NATIONAL e ING con le relative procedure informatiche arriveranno, nel corso del 2004, circa 70/75 risorse, le OO.SS. di USI saranno, per competenza, coinvolte nelle trattative.
Le OO.SS. hanno chiesto con determinazione che questi nuovi conferimenti non interferiscano con il proseguimento del piano di assunzione dei colleghi a Tempo Determinato presenti in Azienda e concordato per il 2004/2005, per formalizzare gli aspetti contrattuali i lavoratori/trici coinvolti saranno intrattenuti, individualmente il 22 e il 23 Dicembre.
Per il 2 e 3 Gennaio 2004 (Sabato e Domenica, tanto per cambiare), è stata preventivata l’acquisizione delle procedure informatiche di ING, è stato richiesto, alla Direzione, lo spostamento ad altra data per evitare ai colleghi e alle colleghe delle aree coinvolte di lavorare in queste giornate così vicine alle festività; è in corso l’analisi operativa.
La situazione degli straordinari per le Aree Professionali é, in più di un comparto, allarmante e lontana dai limiti del CCNL, in queste aree se è vero che gli impiegati (pochi) accumulano 200/300 ore in 10 MESI, quanto prestazione aggiuntiva è chiesta ai Quadri Direttivi?
Per avere una puntuale situazione degli orari di fatto, e delle prestazioni lavorative in USI (soprattutto nelle aree UNISIG) si è richiesto il quadro completo dei Week-End lavorativi (programmati e non) effettuati nel 2003, con le relative risorse impiegate.
Nell’area I.T. in merito agli interventi effettuati in reperibilità si nota una tendenza generale alla diminuzione. Per l’area TeLeComunicazioni i numeri rilevano una notevole criticità, suffragata da interventi anche dei “non reperibili” e da un corposo “monte ore straordinario”.
La Direzione riconoscendo le nostre osservazioni è ha proposto una futura e più generale rivisitazione operativa che, da parte nostra, non potrà prescindere da un miglioramento della vita lavorativa in Azienda.
La decisione di Gruppo di prevedere convenzioni mediche territoriali per avviare il periodico Pap-test, ne causerà un avvio differito anche sulle nostre sedi regionali.
Per i Poli di Milano e Verona è stata identificata nel 1^ Febbraio 2004 la data di partenza.

Milano 10 Dicembre 2003 Le Segreterie di Coordinamento

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su whatsapp
Torna su
Ho bisogno di informazioni relative a: Qualche ombra tra gli “effetti speciali”

Login