Riprendono gli incontri

Riprendono gli incontri

In data 22 ottobre 2003 le scriventi OO.SS. e l’Azienda si sono ritrovate a Milano dopo la pausa estiva per riprendere tematiche rimaste in sospeso ed analizzare le nuove che vanno delineandosi.

Nel corso dell’incontro è emersa la necessitò di fare il punto su quei progetti che, in modo sintetico, sono presentati come “un incremento ed un allargamento di perimetro delle attività di USI”.
Riconoscendo la crescita di affidabilità della nostra azienda all’interno del Gruppo, che consente, tra l’altro, una costante quota di nuove assunzioni è compito del Sindacato sviscerare gli impatti operativi e le inevitabili ricadute su lavoratori e lavoratrici.
La tipicità dei nuovi “clienti” obbligherà larghe fette del personale di USI a fornire prestazioni sempre più diverse, tutte da individuare, nei tempi e nelle modalità.
L’incremento delle banche on-line, l’impatto con un mercato finanziario sempre più esteso, l’utilizzo di promotori finanziari spesso “Free Lance” e di conseguenza scollegati da appartenenze aziendali esaspererà carichi e ritmi di lavoro che sono già, in numerose Unità Operative in I.T., TLC, nelle aree UNISIG ed all’ HELP DESK, oltre limiti ragionevoli.

Su quest’argomento sono stati scadenzati incontri settimanali, questo percorso riteniamo debba tener conto di alcune considerazioni, che abbiamo sottolineato in Direzione:

· Una coraggiosa disamina delle “priorità di servizio”
· Una più puntuale individuazione della qualità e della quantità in tema di reperibilità.
· Un più coerente recupero degli orari di fatto (non esistono più Sabati/Domeniche/Festività/orari notturni)
· Un conseguente recupero psicofisico di lavoratrici e lavoratori che in larga parte è diventato inesigibile
· Una razionalizzazione di competenze e di formazione che consenta una distribuzione di conoscenza specifica più omogenea.

Si è chiesta un interpretazione del distacco in Quercia Software di Tomei, le ragioni sono essenzialmente tecniche, dovrebbero portare ad una più ampia sinergia tra Quercia e USI, senza spostamenti di attività.
Altri progetti per racchiudere in USI tutti i servizi Informativi del Gruppo sono in via di sviluppo (più o meno avanzata).
Perplessità sono state avanzate sul futuro dell’ ufficio SWIFT, acquisito non più tardi di un anno fa da UPA, l’unica certezza pare l’ubicazione fisica nello stabile di Lampugnano, alla fine dell’anno sapremo se rimarrà in USI oppure in Holding, oppure…………….
Dal 1° novembre saranno inseriti sette nuovi contratti interinali la percentuale complessiva di questa tipologia di lavoro non supererà, anche per il 2004, il 3-4% della forza lavoro di USI. I colleghi interessati sono collocati prevalentemente nell’area help desk, tecnologico e funzionale, ed a Verona in sala stampanti.
In Sala Elaboratori (MI) saranno confermati a tempo indeterminato i 9 lavoratori turnisti con l’inserimento di due (dei sette) lavoratori interinali, continuerà anche l’erogazione mirata di formazione professionale.

Con soddisfazione apprendiamo che la previsione del Contratto Integrativo Aziendale di una fuoriuscita nell’area Help Desk di almeno un 5% annuo, è stata ampiamente superata sia nel 2002 (20%) che nel 2003 (12%) avviando i lavoratori coinvolti in nuovi percorsi professionali, in USI od in altre società del Gruppo.
Sul progetto Business Continuity le simulazioni effettuate hanno fornito ottimi risultati, alcuni eventi verificatisi in questi ultimi tempi (interruzione dei collegamenti telematici in Lombardia e black out ENEL in tutta l’Italia) e risolti con tempestività; hanno consentito di verificare sul campo l’affidabilità del sistema.
E’ in corso di potenziamento la sala macchine di Verona e si stanno cercando, a Milano e a Verona, dei nuovi siti, distanti tra gli 8 e i 15 chilometri dalle attuali sistemazioni, per ubicare gli elaboratori di back up.
Come annunciato la sala stampanti di Torino è stata chiusa e i 4 colleghi sono stati ricollocati nell’area “stampe virtuali”, anche la sala stampanti di Milano, subirà, a Dicembre, un ridimensionamento delle proprie attività che porterà alla soppressione del turno notturno.
E’ in corso di attivazione un sistema di videoconferenza con caratteristiche tecniche tali da poter permettere di sostituire, in molti casi, la necessità di trasferte fuori sede, con un conseguente calo del disagio da parte dei lavoratori.
Si é svolto nel pomeriggio l’incontro di presentazione dei Rappresentanti dei Lavoratori per la Sicurezza (RLS), a breve sono previsti corsi di formazione specifici ed ai colleghi non resta che augurare un ottimo lavoro.
Al fine di permettere una partecipazione più ampia possibile ad eventi assembleari (vedi CCNL) Sindacato ed Azienda hanno convenuto che sia necessaria una maggior sensibilizzazione dei responsabili evitando riunioni operative (magari con consulenti esterni) che, di fatto, come è stato segnalato, impediscono il distacco dall’ufficio.
Sul Polo di Trieste USI ha approvato i lavori di ristrutturazione, sollecitati ed attesi, che partiranno in tempi brevi.
Infine è stato deciso di dedicare due riunioni ad hoc alle “Pari Opportunità” ed al commento sul questionario apparso sul portale che, sebbene in un’ottica di Gruppo, darò un’immagine della nostra azienda attraverso le risposte fornite da colleghe e colleghi.
Sul tema delle “Pari Opportunità” registriamo con soddisfazione la piana disponibilità aziendale.

Milano 23.10 2003

Le segreterie di Coordinamento

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su whatsapp
Torna su
Ho bisogno di informazioni relative a: Riprendono gli incontri

Login