[USI] Comunicato ai Lavoratori 27.01.2003

[USI] Comunicato ai Lavoratori 27.01.2003






Ci sarebbe piaciuto dare notizia dell’avvenuta presentazione della nuova struttura della nostra azienda alla luce della riorganizzazione del gruppo intorno al progetto S3.
Non è accaduto anche se i tempi ormai dovrebbero essere stretti…… e lo diciamo con un pizzico d’incredulità.
Dopo discussioni, ipotesi e congetture, sulle quali non ci avventuriamo, questa volta, è stata indicata per l’informativa sindacale la data del 5 Febbraio contestualmente all’incontro annuale con l’A.D. Dott. Quilici che abbiamo, come di consueto, richiesto.
L’ufficialità della comunicazione dovrebbe contribuire a dissipare quelle inquietudini ed incertezze che emergono quotidianamente dal confronto con colleghe e colleghi.
Vi è la necessità di dare corpo a progetti e attività, di cui spesso sentiamo parlare “in teoria”
ma che altrettanto frequentemente non danno origine ad un impatto equilibrato e diffuso
sui lavoratori. Sulle prospettive future occorre fare chiarezza, se non si vuole correre il rischio
di generare uno scollamento tra la dirigenza ed il reale clima aziendale.
Da sempre sosteniamo che USI non può e non deve reggersi solo su emergenze operative, sempre più circoscritte a ristretti gruppi di lavoratori stressati ben oltre i limiti consentiti.

Le OO.SS. saranno impegnate anche il 6 Febbraio, in quella data sarà illustrato il progetto Disaster Recovery che dopo la (lunga) fase di analisi delle alternative praticabili ha assunto una struttura definitiva.

La direzione USI ha ritenuto congrui i documenti presentati per l’elezione del RLS, dopo la
ratifica della Capogruppo, tra una quindicina di giorni, si potrà procedere all’attuazione
della procedura.

Oltre a scadenzare questi appuntamenti l’attenzione dell’Intersas si è focalizzata su argomenti che da qualche tempo sono oggetto di confronto come il ridimensionamento dell’uso della reperibilità. Registriamo con soddisfazione che il lavoro di analisi che abbiamo svolto con i lavoratori, soprattutto nell’area I.T. è stato recepito dall’azienda, i suggerimenti hanno portato già da ora all’eliminazione di questo “istituto” in alcune unità produttive, si sta cercando, ove è possibile, di ridurre il perimetro di effettiva necessità ed è stata richiesta una maggiore attenzione alle esigenze personali dei colleghi (del resto sancite nell’accordo) proprio in virtù di quanto sopra esposto.
Riscontriamo un numero irragionevole di interventi spot soprattutto nelle aree Unisig su procedure e applicativi cronicamente in difficoltà, spesso rivolte sempre agli stessi colleghi…………….. possibile che non se ne venga a capo?
L’uso di strumenti per operare da remoto ha abbattuto la percentuale degli interventi
in azienda, la scelta, seppur controversa, crediamo contribuisca ad un relativo miglioramento
in termini concreti.

Entro fine Gennaio saranno confermati 35 nuovi colleghi (26 nell’Help Desk, 9 in sala elaboratori) che passeranno da contratto interinale ad un rapporto di lavoro a tempo determinato fino alla fine del 2003, abbiamo avuto ampia assicurazione che questi contratti saranno inseriti nel Budget delle assunzioni a tempo indeterminato previsto per il 2004. Rimane il rammarico di aver rimandato a Giugno la sorte delle lavoratrici e lavoratori che sono rimasti interinali, sarà una nostra priorità colmare questa lacuna.



Dal 1° Febbraio, entrerà a far parte di USI, proveniente da UPA, l’ufficio SWIFT (6/7 elementi) altre 4 risorse di matrice informatica provenienti da On Banca, acquisita da Unicredito e poi smembrata, si aggiungeranno alle recenti assunzioni effettuate sui poli di TRIESTE e BOLOGNA.

L’erogazione del bonus relativo al sistema premiante 2002 sarà anticipato a Febbraio, oltre il minimo garantito dal raggiungimento degli obiettivi saranno ampliati sia la quota dei colleghi coinvolti sia gli importi discrezionali.
Ricordiamo ai Quadri Direttivi di I & II livello di presentare la certificazione (entro Marzo p.v.), inerente al superamento del tetto stabilito per le prestazioni eccedenti (200 ore), il periodo da prendere in considerazione è l’anno solare 2002.
Su questo argomento le OO.SS. esprimono la volontà di trovare soluzioni più specifiche per la nostra realtà, partendo ovviamente dalla portata del fenomeno.

Nella attesa delle nuove norme legislative in materia di “salute nei luoghi di lavoro” e sensibili alle sollecitazione dei colleghi/e, si è iniziato a prendere in considerazione la necessità di garantire, a fumatori e non fumatori, i reciproci diritti individuando per tempo aree riservate consapevoli che l’adeguamento di legge comporterà modifiche strutturali (Aspiratori..).

Come non parlare del progetto S3 ?……..
Nonostante la visita ed i complimenti del Dott. Profumo sarebbe miope affermare che un’operazione di questa portata poteva essere priva di disservizi di ogni tipo che si sono puntualmente verificati (organizzativi, tecnici e di assistenza).
Si tratta di dati di fatto ineccepibili ma la cui responsabilità, lo diciamo senza acredine ma con estrema chiarezza, deve essere ripartita tra chi ha fornito o subito, questo non lo sappiamo, tempi di realizzazione utopistici sottovalutando evidentemente problemi e difficoltà. Ci preme ribadire come, anche in questa occasione, il personale di USI ha raggiunto l’ambizioso mandato assegnato garantendo tempistiche d’attuazione e obiettivi operativi, prodigandosi a tutti i livelli con un impegno estremamente gravoso in termini di orari e ritmi di lavoro e con un pesante impatto sulla qualità della vita, che si va a sommare a quanto già profuso nel corso del 2002.
Il dovuto rispetto per i colleghi di prima linea, dei quali comprendiamo la frustrazione ed il disagio, ci sprona a lavorare con la consueta professionalità per riportare alla normalità l’operatività delle tre Banche. L’enorme numero di telefonate ricevute nei “giorni caldi” all’help desk (60.000!!!) ha ridotto i tempi, per esempio, per l’acquisizione di nuovi software (KANA, CISCO..) che consentano una migliore qualità del servizio rispondendo in modo automatico alle richieste più frequenti.

In chiusura è stata reiterata la richiesta dell’assegnazione dei PC in comodato ai nuovi assunti, è attesa in questo senso la necessaria delibera del C.di A. della Capogruppo.

Da registrare la procedura per le eventuali denunce assicurative (KASKO, Infortuni…) l che stanno acquistando visibilità tramite il Portale ma che mancano dei necessari punti di riferimento.
Le OO. SS. stanno valutando la proposta aziendale di collaborare attivamente alla ristrutturazione del corso “neo assunti”.

27 Gennaio 2003 Segreterie di Coordinamento




Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su whatsapp
Torna su
Ho bisogno di informazioni relative a: [USI] Comunicato ai Lavoratori 27.01.2003

Login