Rinegoziazione Mutui al Personale
Comunicato congiunto

Scade al 30 aprile prossimo la seconda finestra per poter usufruire dell’iniziativa commerciale di rinegoziazione tassi mutui dipendenti.
Certamente l’attuale situazione di emergenza ha complicato non poco l’iter previsto e ancora oggi tanti colleghi, pur avendone diritto e la volontà, non sono riusciti a farlo.

Le lettere/raccomandate che dovevano arrivare ai lungo assenti, piuttosto che a coloro che lavorano in Smart Working e non possono accedere alla
procedura dal pc aziendale o privato da casa non sono mai arrivate.
Qualcuno non ha ricevuto nemmeno una delle due e-mail con la quale avrebbe potuto esercitare l’opzione.
In questi giorni siamo intervenuti spesso per aggiornare e segnalare all’azienda tutte le difficoltà e le criticità che, nonostante le soluzioni alternative previste, rischiano di escludere ingiustamente una platea di colleghi recandogli anche un danno economico.

Proroga, possibilità di utilizzo della e-mail privata per ricevere le istruzioni necessarie alla rinegoziazione, retroattività, sono tra i suggerimenti che le
OOSS hanno rivolto ad UniCredit, se poi ci fossero ancora complicazioni si potrebbe anche arrivare ad una rinegoziazione massiva con il principio del
“silenzio assenso”.

L’azienda da parte sua sta ancora valutando le possibili soluzioni, e pur non fornendo ancora una risposta risolutiva ha dichiarato di non voler lasciare indietro nessuno.

Milano 29 aprile 2020

Segreterie di Coordinamento Gruppo UniCredit

Fabi – First Cisl – Fisac Cgil – Uilca - UniSin