People Focus: la storia infinita
Comunicato unitario

Nella giornata di giovedì 31 ottobre si è svolto l’incontro di verifica richiesto dalle OO.SS con il responsabile della struttura H.R Operations Italy ed i suoi collaboratori in merito alla piattaforma People Focus.

Le parti si sono riviste dopo più di tre mesi dal precedente incontro in cui si era convenuta la necessità di un canale comunicativo aperto che avrebbe favorito in modo proficuo la segnalazione di ogni problematica per i necessari interventi di risoluzione, ad un mese di distanza dalla lettera inviata dalle scriventi OO.SS al Sig. Paolo Cornetta, responsabile HR gruppo UniCredit, lettera in cui abbiamo fortemente espresso la nostra viva e reale preoccupazione riguardo alle tante, troppe criticità irrisolte che gravano sulla vita quotidiana delle lavoratrici e dei lavoratori.

Le risposte fornite nel corso dell’incontro odierno e che qui elenchiamo purtroppo non sono sempre risolutive.

PART TIME: l’azienda ci ha comunicato che le corrette graduatorie sono state inviate agli HRBP in tutte le Region e che dal 1° novembre si procederà sia con la concessione dei nuovi part time che con le proroghe di quelli in essere. A nostro rilievo in merito al lungo periodo di tempo occorso prima di poter andare a regime ci hanno risposto dicendo che ve ne era necessità per evitare di incorrere in errori e refusi. In merito alla visibilità della propria posizione in graduatoria, ad oggi occorre fare richiesta al proprio Hr per poterla visionare poiché stanno ancora lavorando perché diventi automatica. Le nuove richieste funzionano regolarmente: in caso di difficoltà contattate l’Hr locale.

PERMESSI ex L. 104: La problematica deriva dalla migrazione dei dati a Prostaff. Ad oggi ci sono circa 1800 ticket relativi a richieste in merito, nel mese di ottobre ne sono stati evasi 602; l’azienda conta di poterli processare tutti entro fine anno; nel frattempo occorre continuare ad utilizzare i permessi DIV.

CONGEDI PARENTALI: Di circa 800 richieste in attesa di caricamento dei permessi da utilizzare o già utilizzati che ancora non risultano correttamente imputati in procedura nelle assenze, ad oggi ne sono state evase 200, anche in questo caso obiettivo aziendale è l’azzeramento entro la fine del 2019.

NUMERO DI TICKET: ci viene riportato che il numero dei ticket si sta andando a stabilizzare; stanno inoltre procedendo alla chiusura centralizzata di quelli meno recenti dopo un processo di analisi. In questo caso, il collega interessato dalla chiusura riceverà un messaggio e potrà richiedere una nuova apertura nel caso in cui la problematica sia ancora presente.

INDENNITA’ DI SOSTITUZIONE: col cedolino di ottobre sono state tutte pagate (arretrati compresi). Da novembre è finalmente possibile processare la richiesta ed avere il corrispondente pagamento in busta paga. Solo una decina di colleghi riceveranno dei cedolini correttivi.

INDENNITA’ DI TURNO: ad oggi ci viene ribadito che non è presente una modalità di gestione in self-service, anche se l’obiettivo è di realizzarla entro la fine dell’anno. Sino ad allora, sono stati sensibilizzati manager ed Hrbp per evitare che le informazioni relative ai turni effettuati vadano perse. In merito alle nuove assunzioni vi è inoltre un’immediata segnalazione in procedura quando si tratta di una lavoratrice od un lavoratore turnista. Stante ilpermanere delle problematiche gestionali, l’azienda ad oggi non è in grado di fornire una previsione di quando verranno pagati gli arretrati sugli stipendi. Abbiamo fatto richiesta di avere riscontro sulla tempistica.

MISSIONI: stanno lavorando per poter migliorare il flusso e procedere con la lavorazione delle missioni che ancora sono in sospeso. Per quanto concerne il problema dei colleghi passati da UCS ad UCI è stato risolto.

CONTRIBUTO FIGLI STUDENTI: Ne sono stati erogati circa 9.000; l’azienda ci comunica che nel caso ci fossero ancora situazioni di mancato pagamento si tratta di situazioni marginali che verranno erogate nel mese di novembre.

BUONI PASTO: i problemi erano essenzialmente due: il primo correlato all’utilizzo dei permessi ex L. 104, il quale una volta sistemato consentirà la risoluzione della problematica dei ticket; il secondo relativo all’invio dei ticket ai corretti indirizzi. Si sta procedendo alla sistemazione, in seguito alla quale verrà fatta e-mail alle colleghe ed ai colleghi per chiedere di verificare corretto indirizzo e provvedere alla sistemazione quando necessaria.

INQUADRAMENTI: l’azienda ci comunica che con il cedolino del mese di novembre verranno erogati quelli relativi all’ Accordo 4 febbraio 2017 (con i relativi arretrati) ed entro fine anno quelli relativi all’integrazione dell’8 maggio 2019.

Come OO.SS, pur apprezzando la risoluzione di alcune delle criticità che maggiormente impattavano sulla vita quotidiana dei colleghi, non possiamo non rilevare come il quadro generale non sia affatto positivo nonostante le rassicurazioni aziendali.

Abbiamo richiesto un maggiore coinvolgimento degli hr territoriali, a sostegno dei colleghi che non trovano riscontro alle innumerevoli problematiche, attraverso l’apertura di un canale riservato che permetta di intervenire per la soluzione delle problematiche più complesse ed urgenti e ribadito la necessità di un investimento di risorse fondamentale per arrivare all’obiettivo dichiarato dall’azienda di rendere pienamente funzionante la piattaforma entro la fine dell’anno, obiettivo che, stante le premesse, considerando la più volte ripetuta risposta “ci stiamo lavorando”, ci appare sempre più tristemente illusorio.

Abbiamo stigmatizzato la pratica del cedolino stipendio negativo, in caso di precedenti erronei accrediti; riteniamo infatti che non si possa addebitare il conto corrente del dipendente senza una precedente autorizzazione. In questo caso si può operare attraverso una rateizzazione degli importi da restituire.

Troppe le inefficienze ancora presenti (anomalie in tema di ferie, gestione banca ore, ticket, problematiche legate al cambio di contratto per i nuovi assunti), una lista che pare non avere mai fine, un continuo alimentarsi di disservizi, che comporta un agire in stato di emergenza, una continua corsa alla risoluzione dei problemi.

Una storia infinita, in cui emergono sempre nuove falle da tappare a bordo di una barca che naviga a vista e le cui conseguenze ricadono ancora una volta sulle Lavoratrici ed i Lavoratori chiamati a dimostrare il loro senso di responsabilità di fronte all’inefficienza di un sistema di gestione del personale, nato per facilitare la vita in azienda e che, la sta invece complicando con conseguenze significative.

Le OO.SS. non accetteranno mai che le responsabilità di qualunque tipo, dovute a inefficienze aziendali ricadano sui Lavoratori!!!

Stante la quantità di problematiche irrisolte, analizzeremo la situazione al 27 novembre e chiederemo un ulteriore incontro al fine di verificare quante di queste siano sotto controllo, auspicando al contempo che questa situazione possa trovare soluzione quanto prima.

Milano, 7 novembre 2019
Segreterie di Coordinamento
Fabi –First Cisl –Fisac Cgil–Uilca –UniSin Gruppo UniCredit