Congedo obbligatorio e facoltativo per i papà: buone notizie!
Comunicato unitario

Novità introdotte dalla legge di bilancio 2019 e comunicate dall’Inps con apposito messaggio.

Una importante novità è stata introdotta con un articolo specifico nella legge di bilancio 2019, che ha stabilito che le disposizioni relative al congedo obbligatorio per i padri lavoratori dipendenti si applicano anche alle nascite e alle adozioni/affidamenti avvenute nell'anno solare 2019.

Per effetto della disposizione specifica la durata del congedo obbligatorio è aumentata, per l'anno 2019, a cinque giorni da fruire, anche in via non continuativa, entro i cinque mesi di vita o dall'ingresso in famiglia o in Italia (in caso di adozione/affidamento nazionale o internazionale) del minore.

I lavoratori devono comunicare all’azienda in forma scritta i giorni prescelti per la fruizione del congedo obbligatorio con almeno 15 giorni di preavviso, senza necessità di presentare domanda all’Inps.

Viene inoltre prorogata, per l’anno 2019, la possibilità per il padre lavoratore dipendente di fruire di un ulteriore giorno di congedo facoltativo, previo rilascio di dichiarazione da parte della madre, da scomputare dal periodo di congedo obbligatorio di cui la stessa ha diritto.

Nulla è cambiato invece in merito alla fruizione del congedo parentale e del permesso per l’allattamento; giova sempre ricordare che sono permessi fruibili anche dai padri e non solo dalle madri.

Potete trovare ulteriori utili informazioni sul portale di Unicredit al seguente percorso: Servizi ai colleghi - Welfare - Figli e familiari - Maternità e paternità - Congedo di paternità

Rivolgetevi ai vostri rappresentanti sindacali Fisac CGIL per qualsiasi dubbio!

Marzo 2019
Dipartimento Comunicazione FISA CGIL di Unicredit