Se le parole hanno un senso ... i comportamenti devono essere coerenti
Comunicato unitario

Il Gruppo UniCredit ha presentato dei risultati di bilancio 2018 al di sopra di ogni aspettativa. Le dichiarazioni dei top manager a tutti i livelli hanno sottolineato come questo sia stato possibile soprattutto grazie all’impegno delle lavoratrici e dei lavoratori.
In particolare, il contributo dei colleghi italiani è risultato decisivo: tutti gli elementi di produttività del lavoro sono in costante e sensibile incremento.

Sappiamo quanto la pesante disorganizzazione, la forte carenza di organico e le continue pressioni commerciali abbiano deteriorato il clima lavorativo e aumentato in maniera preoccupante il livello di stress, portando queste organizzazioni sindacali prima alla proclamazione di scioperi locali, poi, alla fine dello scorso anno, all’apertura di una vertenza nazionale, chiusa con la firma di un accordo che pare stia iniziando a dare, seppure a macchia di leopardo, i primi riscontri positivi.

Pertanto il premio aziendale 2018, la cui trattativa è in corso, dovrà rappresentare il giusto riconoscimento ai colleghi rispetto a quello che è stato un “annus horribilis”.

Finora l’azienda ha avanzato proposte che riteniamo provocatorie, vale a dire un minimo incremento percentuale rispetto al VAP 2017, e con destinazione esclusiva a welfare, che ignora e disconosce completamente il contributo fattivo dei lavoratori.
Consideriamo inoltre inammissibile la scelta aziendale che privilegia ampiamente la quota destinata al sistema incentivante (superiore per circa 15 milioni di euro), riconosciuto ad una platea decisamente più limitata e con criteri assolutamente discrezionali, rispetto al premio contrattato di cui beneficia la totalità dei colleghi.

Riteniamo questa presa di posizione dell’azienda incoerente e inaccettabile.

Le prossime date di confronto del 12 e 13 marzo saranno decisive; ci aspettiamo che, se le parole hanno un senso, al riconoscimento verbale da parte del nostro Amministratore Delegato seguano fatti concreti che vadano nella direzione di premiare il notevole contributo dei colleghi chiamati ad operare spesso in condizioni di totale caos organizzativo.

Vi terremo aggiornati sull’evoluzione della trattativa.

Milano, 6 marzo 2019
Segreterie di Coordinamento
Fabi – First Cisl – Fisac Cgil – Uilca – UniSin Gruppo UniCredit