Contributo per familiari disabili
Strumenti

DI COSA SI TRATTA?
Si tratta di un contributo erogato ogni anno ai dipendenti del gruppo UniCredit che abbiano il coniuge e/o i figli (anche in adozione o in affido) compromessi nella propria integrità somatopsichica, in conseguenza di grave minorazione fisica o psichica, congenita od acquisita(1). Il contributo è pari ad € 2.500 per ciascuno dei familiari che si trovino in questa situazione. Il pagamento del contributo è soggetto alla sola condizione della sussistenza dell’handicap e alla circostanza che il coniuge del richiedente non fruisca di analoga agevolazione (non hanno rilievo il reddito, l’età, la situazione familiare ecc.) e viene corrisposto normalmente con il primo stipendio utile dopo l'approvazione della richiesta (con assoggettamento a imposte e contributi). Dal 2017 il contributo per familiari disabili viene automaticamente ed esclusivamente liquidato con importo monetario nel primo cedolino stipendio utile dopo l'approvazione della richiesta.

(1) La gravità della minorazione e la conseguente compromissione dell’integrità somatopsichica va valutata sulla base dei criteri indicati dalla Legge 104/92, che recita all’art. 3 comma 3: “E' persona handicappata colui che presenta una minorazione fisica, psichica o sensoriale, stabilizzata o progressiva, che è causa di difficoltà di apprendimento, di relazione o di integrazione lavorativa e tale da determinare un processo di svantaggio sociale o di emarginazione
...........................................................
Qualora la minorazione, singola o plurima, abbia ridotto l'autonomia personale, correlata all'età, in modo da rendere necessario un intervento assistenziale permanente, continuativo e globale nella sfera individuale o in quella di relazione, la situazione assume connotazione di gravità.”

COME SI COMPILA LA DOMANDA?
La domanda va compilata on-line, mediante Portale, accedendo alla sezione HR Gate Italia> Employee Self Service>I miei documenti>Contributo per familiari disabili>Nuova richiesta. Quando si compilano le diverse sezioni del modulo occorre accertarsi che il familiare sia inserito e sia indicato come disabile, altrimenti occorre inserire/aggiornare i dati seguendo il percorso da HR Gate Italia>Employee Self-Service>Dati Personali> Gestione Familiari ed inserire i dati relativi alla tipologia di disabilità (permanente o temporanea), l’anno per il quale si richiede il contributo e la data di scadenza della documentazione in possesso. A questo punto si clicca su “Includi/escludi familiare” per selezionare il familiare per cui si richiede il contributo, si inserisce la password e si clicca su “Conferma” per salvare la richiesta come “Da completare” (per poter tornare a modificarla in seguito) oppure come “Completata” quando sarà completa. Se si sceglie “Chiudere senza salvare”, i dati inseriti non verranno registrati. Una volta stampato il modulo, va inviato con la documentazione comprovante la compromissione dell'integrità somatopsichica tramite posta interna a: ES Shared Service Center – Team Benefit Via Marco D'Aviano, 5 Milano.

QUALI SONO I DOCUMENTI OCCORRENTI LA PRIMA VOLTA?
Nel caso di domanda presentata per la prima volta, la stessa dovrà essere corredata da idonea certificazione della commissione medica provinciale attestante la compromissione dell'integrità somatopsichica della persona per cui viene richiesto il contributo. Negli anni successivi, se la documentazione non è scaduta, non sarà necessario accludere alla domanda alcuna certificazione medica. In tal caso, la procedura non prevede la stampa del modulo di accompagnamento. É comunque facoltà della banca richiedere in qualsiasi momento la documentazione medica aggiornata. Si può verificare lo stato della pratica e seguirne l’iter, nella stessa sezione utilizzata per presentare la richiesta, che diverrà prima: "Documentazione ricevuta", poi “Richiesta approvata”. Nel caso in cui il contributo sia richiesto per più familiari, andrà inserita una richiesta per ciascuno di essi.

PIANO WELFARE: FAMILIARI NON AUTOSUFFICIENTI
Dal 2016 è possibile richiedere il rimborso in Piano Welfare delle spese sostenute per assistenza domiciliare, badante, retta di istituti o strutture in cui il proprio familiare è ospitato ed altre spese di assistenza sanitaria, come il noleggio delle carrozzine o la fisioterapia, anche in caso di non autosufficienza temporanea (es: rottura femore di un familiare). Per beneficiarne non è necessario che il familiare sia fiscalmente a carico né che sia convivente, sarà necessario comprovare la "non autosufficienza" attraverso una certificazione medica. Se si usufruisce di sovvenzioni o di altre tipologie di rimborso da parte di enti pubblici o assicurazioni, non si potrà utilizzare il Piano Welfare per le medesime spese. Per vedere le istruzioni operative, le convenzioni relative alle Badanti, Istituti, Strutture, e per inserire le richieste, seguire il seguente percorso sul portale: HR Gate Italia > Welfare & Benefit > Piano Welfare > IL TUO PIANO WELFARE > FAMILIARI NON AUTOSUFFICIENTI > BADANTI, ISTITUTI, ASSISTENZA FAMILIARI NON AUTOSUFFICIENTI

IL SERVIZIO “FRAGIBILITÀ”
Nel corso del 2017 è partito il servizio “Fragibilità”, riservato a tutte le colleghe e tutti i colleghi che hanno familiari non autosufficienti. Un Contact Center di operatori sociali specializzati è a disposizione gratuitamente di colleghe e colleghi, per supportare ed orientare le scelte e
azioni/attività nell’affrontare queste difficili situazioni. È possibile contattare il Contact center chiamando il numero verde 02/45076091 dalle ore 12 alle 14 oppure prenotare un appuntamento con l’operatore all’orario desiderato accedendo alla piattaforma https://welfareunicredit.jointly.pro. L’operatore dopo il colloquio preparerà una mappa di orientamento nella quale saranno evidenziati tutti i servizi che possono essere utili per affrontare con maggiore serenità la situazione. I servizi sono prenotabili e acquistabili sulla piattaforma “Fragibilità” dove sono stati selezionati partner con requisiti di qualità, professionalità e affidabilità. Se invece si conoscono già i servizi di cui si ha bisogno, si può accedere direttamente alla piattaforma “Fragibilità” ed effettuare la prenotazione e/o l’acquisto. Di seguito riportiamo una breve descrizione dei 18 servizi presenti sulla piattaforma “Fragibilità “, visualizzabile sul Portale aziendale nella sezione dedicata ed a disposizione su tutto il territorio nazionale:
Milano Settembre 2018 La Segreteria di Gruppo