Approfondimento delle intese 4/2/2017 n. 4: Sostegno economico ai superstiti dei dipendenti deceduti in costanza di servizio
Guida o manuale

Introduzione

Nell’ambito degli impegni presi dalle Parti (OO.SS. unitarie ed UniCredit) con il “Protocollo sulle pro- spettive di rilancio connesse al Piano Strategico 2018” del 28.06.2014, per un’urgente rivisitazione complessiva del sistema di welfare di Gruppo, secondo principi e soluzioni che consentano di:

- continuare ad assicurare adeguati livelli di protezione a tutti i/le dipendenti;
--> garantendo, nel tempo, la necessaria sostenibilità degli stessi;
-- >garantendo l’equità distributiva,

la realizzazione del “sistema integrato di sostegno economico ai superstiti dei/lle dipendenti (Aree Pro- fessionali e Q.D.) morti in servizio” costituisce senza dubbio un valido esempio di utilizzo dei risparmi derivanti dalla semplificazione del sistema di welfare di Gruppo, in una logica di suo rafforzamento, se- condo principi volti ad un migliore equilibrio tra i Lavoratori/Lavoratrici.

La Segreteria FISAC-CGIL di Gruppo

*********************

Le «tutele per i superstiti dei dipendenti deceduti» di cui all’art.15 dell’Accordo di Gruppo 4.02.2017

L’art.15 dell’Accordo 4.02.2017 sulle ricadute del Piano di Trasformazione 2019 del Gruppo UniCredit – perimetro Italia, dal titolo: «Tutele per i superstiti dei dipendenti deceduti», così recita:

“Le Parti concordano sin da ora – in adempimento di quanto concordato all’art.3.4 dell’Accordo programmatico di percorso 8 ottobre 2015 – che i risparmi ottenuti con il raggiungimento degli obiettivi di razionalizzazione delle forme di previdenza complementare (di cui all’art.12 dell’Accordo 4.02.2017) siano utilizzati, quale prima concreta destinazione, al fine di costituire un si- stema integrato di sostegno economico ai superstiti dei dipendenti – Aree Professionali e Quadri Direttivi – deceduti in costanza di attività lavorativa presso un’Azienda del Gruppo.
Tale copertura garantirà un intervento economico in caso di morte del dipendente a seguito di malattia, modulato in relazione alla situazione del proprio nucleo familiare, introducendo altresì – dal 1° marzo 2017 – una copertura in caso di inabilità totale al lavoro del dipendente a seguito di malattia.”

In realtà – come noto – la modifica dei criteri di copertura per infortuni professionali/extra- professionali e l’ampliamento delle coperture in caso di morte del/la dipendente anche a quella conseguente a malattia erano già stati introdotti, in via sperimentale, lo scorso anno, a seguito dell’«Accordo 17.12.2015 di attivazione in via di prima sperimentazione della copertura superstiti nell’anno 2016» (N.d.R. si veda, la riguardo, l’Appendice 1 alla pag.7 del presente opuscolo).

Già con tale accordo, le OO.SS. ed UniCredit avevano innovato l’impostazione che stava alla base delle precedenti coperture assicurative per infortuni del Personale, superando il concetto dell’indennizzo in base alla retribuzione annua lorda (RAL) del/la dipendente e – stante la natura universalistica degli interventi in materia – legandola esclusivamente alla gravità del- l’invalidità, nonché, nel caso di morte per qualsiasi motivo, orientandola in termini “sociali e solidaristici” (vale a dire, tenendo conto della situazione familiare dei/lle deceduti).

Nei primi giorni di marzo 2017, anche alla luce delle nuove previsioni dell’art.15 dell’Accordo 4.02.2017, la “Commissione Straordinaria di Studio per il Welfare” ha effettuato la verifica sull’andamento della copertura provvisoria alla luce delle casistiche intervenute nell’anno 2016, valutandone la sostanziale efficacia.

Di conseguenza, le Parti hanno concordato di confermare stabilmente, a valere dal 1° gen- naio 2017, le previsioni già attivate in via sperimentale nel corso del 2016 (N.d.R. si vedano la Scheda sulla “PROTEZIONE VITA” e sulla “PROTEZIONE INFORTUNI”, alle pagg.5/6 del presente opuscolo), implementandole con la nuova garanzia per inabilità permanente totale al lavoro (N.d.R. si veda la Scheda con i principali aspetti della nuova garanzia a fronte di “Inabilità Perma- nente Totale”, alla pag.4 del presente opuscolo).

NOTA BENE: anche con riferimento all’anno 2017, restano valide le previsioni di cui all’art.4 del citato Accordo 17.12.2015 (N.d.R. riportato in neretto alla pag.8 del presente opuscolo).

Nel corso dell’ultimo trimestre del 2017, è prevista un'apposita riunione della “Commissione Straordinaria di Studio per il Welfare” al fine di valutare le casistiche riscontrate in corso d’anno e fornire alle Parti elementi utili al fine di affinare i criteri di copertura, di modo che le re- lative modifiche possano essere introdotte a partire dall’inizio del 2018.

******************
Scheda sintetica sul “Programma complessivo di Protezione Vita/Infortuni”, con la nuova «Garanzia per Inabilità Permanente Totale»

Scopo del Programma complessivo introdotto sperimentalmente nel 2016 e reso definitivo nel 2017 (con implementazione da 1.03.2017)

In adempimento a quanto stabilito dall’art. 3.4 dell’Accordo programmatico di per- corso 8.10.2015 e dall’art.15 dell’Accordo 4.02.2017 sulle ricadute del Piano di Trasformazione 2019 del Gruppo UniCredit, si è voluto costituire un sistema integrato di sostegno economico ai superstiti dei dipendenti – Aree Professionali e Quadri Direttivi – deceduti in costanza di attività lavorativa presso un’Azienda del Gruppo.

Tale copertura garantisce un intervento economico in caso di morte del/la dipendente a seguito di malattia, modulato in relazione alla situazione del proprio nucleo familiare, introducendo altresì – dal 1° marzo 2017 – una copertura in caso di inabilità totale al lavoro del/la dipendente.

Si tratta di un sistema:
--> svincolato dai classici aspetti contrattuali, retributivi ed anagrafici;
--> orientato a dare sostegno a fronte di eventi che determinano una situazione fortemente negativa nell’ambito familiare.


******************
Scheda che riepiloga le tutele previste

dal 1° gennaio 2016:
MORTE DA OGNI CAUSA
■ capitale in funzione della situazione dei superstiti
INVALIDITA’ PERMANENTE DA INFORTUNIO
■ modificata in copertura a capitale fisso per un massimo di € 350.000 *


dal 1° marzo 2017:
INABILITA’ PERMANENTE TOTALE
■ Inabilità permanente totale (100%) e cessazione del rapporto di lavoro. Somma garantita di € 350.000 *

N.d.R.: Ricordiamo che, oltre a tali tutele, il Personale del Gruppo UniCredit (compresi gli esodati ed – in tal caso – anche i pensionati) risulta titolare della Polizza Long Term Care, prevista dai vari CCNL ABI, a partire da quello 8.12.2007.
La L.T.C. è una copertura assicurativa rivolta a tutti i bancari del settore ABI in servizio a partire da 1.01.2008 e finalizzata a rimborsare gli/le aventi diritto che siano stati colpiti da eventi invalidanti tali da generare uno stato di ”non autosufficienza” caratterizzato dall’impossibilità di condurre una vita autonoma, per i costi che essi/e devono sostenere per la loro assistenza socio-sanitaria.

******************
Scheda con i principali aspetti della nuova garanzia a fronte di “Inabilità Permanente Totale”

--> garanzia operante per tutto il Personale inquadrato come Area Professionale e Quadro Direttivo (sino a Band 3 compresa);
--> somma garantita: € 350.000
(ferma la non ripetibilità delle prestazioni *);

- inabilità al lavoro accertata da INPS, pari al 100%
e
- interruzione del rapporto di lavoro;

--> invalidità non determinanti la cessazione del rapporto di lavoro: --> nessuna copertura;
--> età, sesso, inquadramento e composizione del nucleo familiare non sono influenti nella determinazione della somma garantita;
--> decorrenza: 1° marzo 2017.

* Nel caso in cui un beneficiario
(o i suoi aventi causa) dovessero ricorrere all’utilizzo di più garanzie fra quelle con- template nel Programma di copertura Vita/Infortuni ed Inabilità Permanente Totale, la somma complessivamente liquidabile non potrà superare quella prevista per l’ultima garanzia utilizzata, nella misura più elevata ivi prevista.

ATTENZIONE:
Facciamo presente a tutte le Iscritte e gli Iscritti che, per qualsiasi esigenza di chiarimento relativa alle tutele per infortunio a favore del Personale (compresi gli esodati/e) del Gruppo UniCredit, nonché al “sistema integrato di sostegno econo- mico ai superstiti dei/lle dipendenti deceduti in servizio (o in esodo), è possibile contattare i/le Segretari/rie delle R.S.A. FISAC/CGIL presenti sul territorio.


******************
Schede Protezione Vita / Scheda Protezione Infortuni
vedi allegati

******************
Appendice 1
testo dell’accordo in allegato
******************
Allegato 1
somme garantite in caso morte in allegato

******************
Allegato 2
indennizzi riconosciuti in caso di invalidità permanente in allegato