Buoni Pasto 2011/2012
Quaderni

Quest’opuscolo costituisce l’aggiornamento del Quaderno n.2 / Nov. 2008, sempre dedicato al Buono Pasto.

Sono quasi venticinque anni che i Colleghi e le Colleghe si vedono consegnare, alla fine di ogni mese, previa firma di ricevuta, un fascicolo di Buoni Pasto (detti anche “ticket”), da utilizzare presso esercizi pubblici convenzionati (bar, paninoteche, mense, pizzerie, ristoranti, tavole calde e fredde, gastronomie, rosticcerie, ecc.) per la consumazione del pranzo nell’intervallo lavorativo.

Questa particolare forma di retribuzione, fuori dalla busta paga, è stata, infatti, introdotta nel settore con le Contrattazioni Aziendali della seconda metà degli anni ’80 e, poi, estesa a tutti i bancari con i CCNL Assicredito del 23.11.1990 ed Acri del 16.01.91.

Ai vantaggi di natura fiscale e previdenziale per il/la Dipendente, il Buono unisce la convenienza di minori oneri per l’Azienda
(esenzione dagli oneri contributivi per il datore di lavoro e risparmi su eventuali costi d’impianto e di manutenzione collegati a mense interne). In tal senso, ad ogni tornata di C.I.A. le acquisizioni originarie in materia sono state via via aggiornate; nel Gruppo UniCredit, con la stagione di contrattazione articolata del 2007 è stato unificato a 4,00 € l’importo previsto per i Lavoratori e le Lavoratrici a tempo parziale di tipo orizzontale, ritoccando quello per i Lavoratori e le Lavoratrici a tempo pieno ed a part-time verticale, che è stato portato al limite massimo previsto per l’esonero fiscale e contributivo, pari a 5,29 €.

A seguito del «Protocollo sul piano di riorganizzazione generale 2010/2013 del Gruppo UniCredit», stipulato il 18.10.2010, al Personale assunto successivamente a tale data e fino al 31.12.2013
non essendo destinatario delle previsioni e dei trattamenti di secondo livello per i primi quattro anni di servizio il Buono Pasto verrà riconosciuto secondo quanto stabilito dall’art.45 del CCNL ABI 8.12.2007 (misura giornaliera di € 1,81 – prevista solo per le Aree Professionali ed i Q.D.1 e Q.D.2 con rapporto di lavoro a tempo pieno). Analogamente è stabilito per le assunzioni a tempo determinato e per i Lavoratori e le Lavoratrici in somministrazione.

Questa recente modifica nei trattamenti del Personale neo-assunto, certo “non positiva”
(che cercheremo di sanare quanto prima anche tramite il lavoro della Commissione paritetica sulla Solidarietà generazionale) unitamente al cambio ed alla riarticolazione delle società che forniranno i Buoni Pasto nel Gruppo perimetro Italia per il biennio 2011/2012, ci hanno indotti ad un aggiornamento informativo sulla materia.