Informativa COVID, denunciati alla Azienda alcuni temi critici

Informativa COVID, denunciati alla Azienda alcuni temi critici

Fabi First/Cisl Fisac/Cgil Uilca Unisin
Gruppo di Lavoro Covid 19
INFORMATIVA 1
Vi informiamo che abbiamo denunciato alla Azienda alcuni dei temi critici per Lavoratrici e Lavoratori, nella nostra veste di Componenti del Gruppo di Lavoro sugli impatti del COVID 19.
Questa che vi giriamo è una prima comunicazione e riguarda il lavoro da noi intrapreso a partire dal 24 marzo scorso, data in cui il gruppo si è costituito.

Task Force e Processo alternativo a distanza: numerosissimi i problemi, organizzativi e di organico.
I colleghi e le colleghe di UCD lavorano a pieno regime ma necessitano tutti , anche Team Leader e Supervisor, di direttive più chiare su come comportarsi.
Abbiamo richiamato la tematica moratoria mutui e finanziamenti in particolare, la cui gestione, ancora non univoca mette in grave difficoltà colleghe e colleghi sia del Retail che del settore imprese.
Le istruzioni che sono pervenute o fornite tramite numerose Lynch non consentono la gestione, nei tempi adeguati, della mole di richieste ricevute. Prendiamo atto che, a seguito della nostra segnalazione circa i processi operativi e la modulistica da utilizzare, in data odierna dovrebbero essere state emanate nuove istruzioni operative semplificate, per aiutare le attività dei colleghi impegnati nella gestione delle pratiche.
Riteniamo importante focalizzare attenzione sui processi gestionali e deliberativi rapidi che tutelino i colleghi e le colleghe.
In ragione di ciò e vista l’enorme mole di lavoro che si è determinata, abbiamo consegnato alla Azienda, in relazione a tutta l’attività posta in essere per mettere a disposizione dei clienti i benefici del Decreto “Cura Italia” , una lettera di manleva in cui, pur ribadendo la consapevolezza della complessità della situazione e della straordinarietà del periodo, e anche in considerazione di tale emergenza abbiamo invitato l’Azienda ad accelerare e semplificare ulteriormente le procedure inerenti le attività citate ed in ogni caso a astenersi, ora ed in futuro, dall’assumere provvedimenti a carico di colleghi e colleghe che possano incorrere in errori o ritardi nell’espletamento delle pratiche richieste da parte della clientela e per eventuali reclami della stessa che dovessero derivare da tale situazione. Abbiamo segnalato già da tempo come misura indispensabile disporre l’entrata della clientela unicamente su appuntamento, misura recepita ieri 25 marzo.
Abbiamo richiesto la definizione delle operazioni da svolgere in quanto servizio essenziale.
Abbiamo segnalato un problema di salute e sicurezza per il caso di accesso alle filiali chiuse per caricare i bancomat: non può essere un solo operatore a svolgere tale attività per comprensibili ragioni di sicurezza.
Sulla applicazione dei 12 gg in più della 104 abbiamo chiesto chiarimenti in quanto la interpretazione che l’Azienda fa del provvedimento non è da noi condivisa.
Un focus particolare è stato da noi rivolto a chi lavora nelle filiali da oltre due settimane, poiché la fatica psicologica di gestire la clientela e la paura richiedono che venga adottata una soluzione equa per tutti i lavoratori e lavoratrici. Abbiamo indicato come urgentissima il pianificare il pagamento delle pensioni su più giornate al fine di evitare assembramenti. Appena possibile vi relazioneremo sui riscontri pervenuti dalla Azienda e sulle nostre ulteriori e giornaliere segnalazioni
Il Gruppo di Lavoro Intersindacale Covid 19
Fabi First/Cisl Fisac/Cgil Uilca Unisin

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su whatsapp
Torna su
Ho bisogno di informazioni relative a: Informativa COVID, denunciati alla Azienda alcuni temi critici

Login