INCONTRO SEMESTRALE ex art. 11 CCNL tra le 00. SS. aziendali e la Direzione di UCMB

INCONTRO SEMESTRALE ex art. 11 CCNL tra le 00. SS. aziendali e la Direzione di UCMB

Il 13/11/2008 si è svolto a Verona, proseguendo l’incontro iniziato a Roma il 29/10 scorso, i corfrontc tra tutti i Sindacati presenti in UCMB e l’Azienda stessa sugli argomenti previsti dall’articolo in oggetto.

Alla riunione hanno partecipano per le 00.SS. Anna Rita Caiola, per Dircredito; Giuseppe Valido, per l:ABI Palo Brandolini, per FIBA/Cisl; Desiré del Vecchio, Giancarlo Cavarocchi e Catello Di Somma, per PISACCgil Mirella Barba, per UGL; Vincenzo Tenerelli, per UILCA.
L’Azienda è stata rappresentata dal Dott. Daniele Cascio Responsabile del Servizio Personale, assistito dalle Signora Paola Grandi.

Di seguito, si riportano gli argomenti proposti dalle 00. SS. (A) nel corso della riunione ed i ‘elativ riscontri da parte aziendale (B):

CARICHI E RITMI DI LAVORO

A Le 00. SS., hanno evidenziato la pesantezza dei carichi e ritmi di lavoro presenti in tutti i settori ed in tutte le piazze, sottolineando come ormai UCMB rappresenti una realtà nuova sia per i dipendenti sia per vertici aziendali.
B L’azienda, nel sottolineare il notevole cambiamento nella gestione delie pratiche, sia a livello pratico eh ? informatico da parte del personale proveniente da altre realtà del gruppo conferma che è già preventivati una redistribuzione delle pratiche per consentire un’idonea gestione del portafoglio.

A Le 00. SS. hanno manifestato la loro insoddisfazione per tale tipo di risposta e, conseguentemente hanno richiesto la quantificazione dei carichi di lavoro attualmente in essere per i gestori, distinti per Jnitii Operative e tipologia di credito, con la quantificazione dei dipendenti in full-time ed in part-time, per cuesti ultimi è stato richiesto un adeguamento dei carichi di lavoro proporzionali all’orario scelto;
B L’Azienda, confermando il proprio orientamento positivo ad accogliere le eventuali richieste di part-time ed ha opportunamente modulato I carichi a seconda che il personale sia full o part Urne. Quanto primi saranno illustrate le relative logiche.

STRAORDINARIO

A E’ stata chiesta una informativa in ordine alle attuali richieste di autorizzazione allo sforamento delle
150 ore di straordinario;
B L’azienda conferma la presenza di idonea informativa al riguardo.

PROBLEMI ORGANIZZATIVI E DI APPLICAZIONE DEI PROCESSI

A Le OO.SS. hanno osservato che la gestione operativa risulta appesantita da vari problemi organizzativi i di applicazione dei processi, strumentali alla gestione delle posizioni, alla uce dei molteplici cambiamenti > delle novità per entrambe le componenti del personale (ex Capitalia ed UniCredit) introdotte dalla fusioni quali il cambiamento e rinnovamento quasi quotidiano delle istruzioni per la gestione, reportistiche vari richieste dalle mandanti e dai Consorzi, difficoltà connesse alla fase carve-out, lettere “sensibili” per e quali stata richiesta maggior autonomia da parte dei gestori;
B L’Azienda ha risposto che tali problematiche troveranno una soluzione naturale a breve


SOSTITUZIONI PER MATERNITÀ’ E LUNGHE-ASSENZE

A Le OO. SS. hanno sottolineato la necessità che l’Azienda continui a procedere alle sostituzioni per “lungo-assenti” (maternità, malattie, ecc.) sopratutto in un momento cosi delicato por il raggiungimento degl
obiettivi aziendali;
B l’azienda ha spiegato perchè ritiene di non dover procedere a sostituzioni per maternità salvo che noi /
sussistano ragioni tecnico organizzative e produttive.
A Le 00. SS. hanno, quindi, manifestato la propria insoddisfazione per tale orientamento, evidenziando
come in un momento di grande impegno e tensione sia quantomeno inopportuno chiedere ulteriori sforzi hanno altresì sottolineato come le mancate sostituzioni comportino oggettivamente un aggravamentopericoloso a danno, sopratutto, delle ragioni creditorie delle mandanti, la cui eventuale non tempestiva tuteladovrà rimanere a carico dell’Azienda non potendo, in alcun modo, essere ribaltata sui colleghi.

CONDIZIONI IGIENICO-AMBIENTALI

A In merito alle situazioni dei locali delle varie sedi di UCMB, sono state esposte le problematiche reativo alla pulizia degli ambienti di lavoro carente in quasi tutti gli uffici ed a volte totalmente assente. ProDlemi strutturali sono stati lamentati sopratutto per la Sede di Napoli mentre è stata rilevata l’inadeguatezza dei locali utilizzati dalla Filiale Triveneto e rappresentate analoghe situazioni per gli uffici di Milano, Roma Palermo e Verona;
B L’azienda ha evidenziato come sia posta la massima attenzione agli ambienti di lavoro nel rispetto de I norma D.LGS. 81 del 2008, e che in ogni caso le segnalazioni sarebbero state inviate alle funzioni competei i per i relativi controlli.

MBO PER L’ANNO 2008

A Le 00. SS. hanno rappresentato il malumore del personale per il difficile raggiungimento del budget ed è stato richiesto all’Azienda di tener conto dell’enorme impegno lavorativo dei colleghi in tutto l’anno 2008, E’ stato richiesto di sensibilizzare il GdL Sistema Incentivante per dare maggiore trasparenza soprattutto per quanto riguarda la “metropolitana” e il conteggio dei ritardi.
B L’Azienda, ha rappresentato che in tema MBO verranno, come ovvio, rispettate le norme stabilite e rammenta che il personale è a conoscenza della procedura per rivolgersi direttamente al GdL Siitemi Incentivante.

USO DEL GESTIONALE EPC

A Le CO. SS. hanno ribadito la inderogabile necessità di un urgente intervento dell’Azienda al fine ci inibire, salvo eventuali eccezioni espressamente ed opportunamente autorizzate, l’accesso ad EPC da peirti! dei dipendenti fuori dall’orario lavorativo e dalle sedi aziendali, invitando espressamente l’Azienda stessa u procedere ad una mirata implementazione del sistema gestionale; è stata altresì sottolineata la necessità chi; EPC sia tarato sul calendario lavorativo, e non su quello solare, al fine di evitare la generazione di indebite ed errate segnalazioni di ritardo;
B L’Azienda, rispetto al punto in oggetto, ritiene esaustiva la normativa AZIENDALE vigente CHE Gli INTERVIENE SU QUESTE TEMA 7ICHE e si riserva una verifica sull’intervento richiesto.

TRASFERIMENTI INFRA GRUPPO

A Le 00.SS. hanno sollecitato l’Azienda in merito all’accoglimento delle numerose richieste ci
trasferimento per motivi personali ad altre Aziende del Gruppo, peraltro, per la maggior parte, già preesistente alla sigla degli accordi di fusione del giugno scorso;
B L’Azienda ha precisato di non aver alcuna preclusione al riguardo, salvo esplicita richiesta che parte dall’azienda ricevente e opportuna sostituzione.

FLESSIBILITÀ’ ORARIO DI LAVORO

A Richiamata la disponibilità espressamente manifestata in precedenza dall’A.D. di UCMB, le 00. SS hanno rappresentato l’esigenza, di inserire un’ora di flessibilità dell’orario di entrata e di uscita (8,15 – ì,5> in conformità peraltro alla particolare natura e peculiarità del lavoro;
B L’azienda si riserva dì valutare eventuali variazioni nel rispetto di quanto previsto dal vigente CCNL.

FERIE ARRETRATE

B ‘Azienda ha evidenziato che tutti i dipendenti che dispongono di ferie ancora non godute, verranno invitati alla fruizione in modo che la situazione sia nel più breve tempo possibile normalizzata;
A Le 00. SS. del Gruppo ex Capitana hanno fatto presente come la fruizione del e ferie in passato ncm si;i stata sempre favorita per motivi lavorativi.

SIGLA DELLA CORRISPONDENZA

A E’ stato espressamente richiesto un chiarimento sulla normativa in materia di corrispondenza, in particolare circa l’apposizione delle sigle dei dipendenti appartenenti alle aree professionali sulle kitten; indirizzate all’esterno, sottolineando come tale sigla non possa comunque “impegnare” l’estensore;
B L’Azienda conferma la validità della normativa aziendale vigente in materia.

CONDIZIONI BANCARIE

A In materia di condizioni bancarie agevolate applicate al personale è stato richiesto di interessare chi e i competenza per l’eliminazione delle svariate anomalie (ad esempio spese di istruttoria fido, anche se peraltro non richiesto; tassi di interesse non in linea con quelli contrattualmente previsti; canone per l’uso del Bancomat) segnalate da diversi colleghi nella gestione del proprio rapporto di conto corrente con la Banca.
B L’Azienda ha provveduto alle opportune segnalazioni.

MOVIMENTI DI PERSONALE

L’Azienda ha anticipato alcune operazioni in corso di effettuazione:

– distacco di 10 dipendenti di MCC presso UCMB per l’attività di recupero dei crediti leasing;
– distacco parziale fino al 31.05.09 di 6 colleghi dell’U.O. Real Estate presso UniCreciit Credt Immobiliare.

I rappresentanti delle 00. SS. e dell’Azienda torneranno ad incontrarsi a breve, ai sensi di qjant) previsto dall’art. 11 CCNL, per approfondire i temi oggetto del confronto, in uno spirito di positivo ed efìcacì confronto

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su whatsapp
Torna su
Ho bisogno di informazioni relative a: INCONTRO SEMESTRALE ex art. 11 CCNL tra le 00. SS. aziendali e la Direzione di UCMB

Login